Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Tendenze scientifiche: La Cina sta per lanciare la prima rete quantistica di comunicazione al mondo

Dato che i maligni pirati informatici trovano dei modi sempre più sofisticati per lanciare i loro attacchi, la Cina sta per lanciare il progetto Jinan, la prima rete di computer al mondo impossibile da violare, e una importante pietra miliare nello sviluppo della tecnologia quantistica.
Tendenze scientifiche: La Cina sta per lanciare la prima rete quantistica di comunicazione al mondo
Chiamata come la città cinese orientale dove la tecnologia è stata sviluppata, in base ai programmi la rete sarà del tutto operativa entro la fine di agosto del 2017. Jinan è il centro della rete quantistica Pechino-Shanghai per via della sua posizione strategica tra le due principali metropoli cinesi.

“Noi abbiamo l’intenzione di usare la rete per la difesa nazionale, la finanza e altri settori, e speriamo di ampliarla come progetto pilota e, se avrà successo, potrà essere usata all’interno della Cina e in tutto il mondo,” ha commentato Zhou Fei, vice direttore dell’Istituto di Jinan di tecnologia quantistica, parlando con il giornale britannico “Financial Times”.

Grazie al lancio della rete, la Cina diventerà il primo paese al mondo ad applicare la tecnologia quantistica per un fine commerciale nella vita reale. Questo evidenzia inoltre il fatto che la Cina è un attore globale chiave nella corsa verso lo sviluppo di tecnologie basate sui principi quantistici, con anche l’UE e gli Stati Uniti che gareggiano per la leadership mondiale in questo settore.

La rete, nota come un network Quantum Key Distribution (QKD), è più sicura rispetto agli equivalenti per la comunicazione elettronica ampiamente usati. A differenza di un convenzionale cavo telefonico o internet, che può essere intercettato senza che il mittente o il ricevente se ne accorgano, una rete QKD avvisa entrambi gli utenti di qualsiasi manomissione al sistema non appena questa avviene. Questo avviene poiché la manomissione altera immediatamente le informazioni che vengono trasmesse, con la turbativa che risulta immediatamente riconoscibile. Una volta applicata del tutto, essa renderà quasi impossibile per altri governi ascoltare di nascosto le comunicazioni cinesi.

Nella rete Jinan, circa 200 utenti provenienti dal settore militare, governativo, finanziario e dell’energia elettrica della Cina saranno in grado di inviare messaggi con tranquillità sapendo che sono gli unici a leggerli. Si tratterà della rete quantistica di comunicazioni terrestre più lunga al mondo, allungandosi per oltre 2 000 km.

Senpre parlando al “Financial Times”, il fisico quantistico Tim Byrnes, che lavora al campus di Shanghai della New York University (NYU) ha commentato: “La Cina ha ottenuto delle cose sbalorditive con la ricerca quantistica… È sorprendente quanto velocemente la Cina sia andata avanti con progetti di ricerca quantistica che sarebbero troppo costosi da fare altrove… la comunicazione quantistica è stata accolta dal settore commerciale molto di più in Cina che non in altri paesi, e questo significa che probabilmente essa si porterà in vantaggio rispetto a Europa e Stati Uniti nel campo delle comunicazioni quantistiche.”

Tuttavia, anche l’Europa è determinata ad essere in prima linea nella “rivoluzione quantistica” che promette di essere uno dei principali fenomeni tecnologici distintivi del ventunesimo secolo. L’UE ha investito 550 milioni di euro nelle tecnologie quantistiche e ha fornito un supporto politico ai ricercatori mediante il Quantum Manifesto del 2016.

Inoltre, con l’ultimo successo della Cina (e un risultato precedente già inanellato nel luglio del 2017 quando il suo satellite quantistico - il primo al mondo - ha inviato un messaggio alla Terra su un canale quantistico di comunicazione), sembra che la gara per essere coronato come la principale potenza quantistica al mondo sia a tutti gli effetti già iniziata…

Fonte: Sulla base di segnalazioni dei media

Informazioni correlate

Paesi

  • Cina