Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Secondo l'Europa, i paesi del Nord America devono rafforzare i controlli sugli ormoni della crescita dei bovini

Secondo una relazione del Comitato scientifico per le misure veterinarie relative alla salute pubblica, organismo di consulenza della Commissione europea, la somministrazione di determinati ormoni ai bovini, per favorirne la crescita, costituisce un potenziale rischio per la s...
Secondo una relazione del Comitato scientifico per le misure veterinarie relative alla salute pubblica, organismo di consulenza della Commissione europea, la somministrazione di determinati ormoni ai bovini, per favorirne la crescita, costituisce un potenziale rischio per la salute umana. Lo sostiene anche una bozza di relazione sulla valutazione dei rischi derivanti dall'abuso di questi ormoni e sulle difficoltà di controllo. Entrambi i pareri sono stati resi pubblici lunedì 3 maggio 1999 e ora è in corso la loro diffusione negli Stati Uniti e in Canada nel tentativo, promosso da scienziati europei, di indurre il Nord America ad imporre controlli più rigorosi sulla vendita e sull'uso degli ormoni.
Gli scienziati membri del Comitato si sono espressi all'unanimità (con prove più o meno risolutive a seconda della sostanza in esame) circa il fatto che l'uso di sei ormoni - 17 beta-estradiolo, progesterone, testosterone, zeranolo, trembolone e acetato di melengestrolo (MGA) - mette a repentaglio la salute dei consumatori.
Gli effetti negativi per il consumatore di carne contenente o i residui di questi prodotti chimici o i prodotti chimici derivanti dalla loro scomposizione (metaboliti) comprendono reazioni neurobiologiche, genotossiche e cancerogene.
Il Comitato scientifico per le misure veterinarie relative alla salute pubblica ha adottato in merito un parere unanime. Oltre ad esercitare pressioni sugli USA e sul Canada, richiede che vengano realizzati per i suddetti sei ormoni ampi ed adeguati programmi di controllo dei residui al fine di monitorare il loro uso sia legale sia illecito.

Informazioni correlate