Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Megadati e strumenti di visualizzazione per affrontare la pianificazione urbana e la mobilità

Una ricerca sostenuta dall’UE fa luce sulla portata dell’uso dei megadati all’interno delle organizzazioni del settore pubblico. I risultati contribuiranno allo sviluppo di un quadro per decisioni politiche sostenibili.
Megadati e strumenti di visualizzazione per affrontare la pianificazione urbana e la mobilità
È ampiamente riconosciuto che l’analisi di grandi quantità di dati, i megadati, potrebbe fornire notevoli informazioni e opportunità per affrontare le sfide della società, dalla salute e la sicurezza ai trasporti. Tuttavia, il suo pieno potenziale resta inutilizzato, in particolare nel processo decisionale del settore pubblico. Il progetto PoliVisu, finanziato dall’UE, mira a risolvere questo problema attraverso l’evoluzione del ciclo tradizionale di definizione delle politiche pubbliche.

Come spiegato sul sito web del progetto PoliVisu, «migliora il coinvolgimento e il sostegno pubblici nell’elaborazione delle politiche urbane, dotando i responsabili decisionali di competenze e strumenti (dall’elaborazione dei (geo-)dati aperti alle visualizzazioni avanzate) per usare i megadati per la sperimentazione di politiche collaborative». Per iniziare a sviluppare una struttura per l’utilizzo di tali dati all’interno dei cicli decisionali attuali, PoliVisu ha recentemente condotto un sondaggio, finalizzato a mappare l’alfabetizzazione relativa ai dati del settore pubblico in tutta Europa e riguardante i governi locali e gli enti regionali.

Secondo i risultati pubblicati sul sito web del progetto, i megadati sono percepiti positivamente e la maggior parte degli intervistati ha dichiarato di usarli a livello di singole unità o dipartimenti. Tuttavia, il sondaggio ha mostrato che l’applicazione più ampia tra le diverse aree decisionali sembra essere limitata. «La mancanza di una strategia a lungo termine per i megadati, di quadri consolidati per la qualità, la privacy e la riservatezza, di programmi di formazione dedicati e della consapevolezza a livello di organizzazione su come esattamente i megadati possono essere d’aiuto in diverse aree sono fra i principali fattori di impedimento evidenziati dai partecipanti.» Gli intervistati hanno valutato il volume come l’aspetto più importante dei megadati, seguito da varietà e processo.

Il progetto in corso PoliVisu (Policy Development based on Advanced Geospatial Data Analytics and Visualisation) sta lavorando con tre città per affrontare i problemi legati alla mobilità intelligente e alla pianificazione urbana. Usando gli strumenti di PoliVisu, le città testeranno un insieme di ipotesi politiche con le parti interessate utilizzando insiemi di dati locali, fra cui dati dei sensori stradali sui flussi di traffico, dati storici sugli incidenti e dati sui semafori e sui pedoni per simulare visivamente i potenziali impatti.

Siti pilota

Nel caso di Issy-les-Moulineaux in Francia, PoliVisu spera di creare un «toolkit di visualizzazione facile da usare» per prevedere e seguire in tempo reale la congestione sui segmenti stradali. Questo kit di strumenti aiuterà gli utenti a prendere le giuste decisioni e consentirà loro di adottare pratiche più sostenibili per ridurre la congestione. A Ghent, in Belgio, il progetto studierà il comportamento di mobilità degli studenti nelle Fiandre e userà i dati per contribuire all’elaborazione di politiche regionali innovative. Il risultato atteso del progetto per Pilsen in Repubblica ceca è il coordinamento efficiente dei lavori stradali in città, che sarà ottenuto grazie a uno strumento di previsione del traffico che si basa sul «ricalcolo automatizzato in tempo reale del modello di traffico cittadino dopo l’invio di un problema di traffico attraverso un pannello di controllo della città». Un esempio di visualizzazione delle politiche creato dalla tecnologia di PoliVisu a Pilsen è l’applicazione relativa all’intensità del traffico, che visualizza la situazione del traffico prevista in città a intervalli di un’ora durante il periodo da maggio 2017 a novembre 2018. Le informazioni sul volume di traffico sono ricavate dal modello di traffico cittadino e tengono conto dei lavori stradali in corso nel giorno selezionato. I partner di PoliVisu credono che la visualizzazione aiuti i responsabili politici a pianificare meglio i lavori stradali in città.

Per ulteriori informazioni, consultare:
sito web del progetto PoliVisu

Fonte: Sulla base di informazioni relative al progetto e segnalazioni dei media

Informazioni correlate