Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Una nuova stampante basata su Braille e grafica tattile si aggiudica vari riconoscimenti internazionali

Questo economico dispositivo di stampa multifunzione offre contenuti in Braille o formato tattile agli ipovedenti.
Una nuova stampante basata su Braille e grafica tattile si aggiudica vari riconoscimenti internazionali
In Europa vivono quasi 30 milioni di non vedenti e ipovedenti e nel resto del mondo ve ne sono oltre 250 milioni. Sebbene gli ipovedenti abbiano lo stesso diritto di accedere ai contenuti visivi disponibili, le limitazioni tecnologiche ed economiche, di fatto, glielo impediscono. Inoltre, i contenuti in braille o in formato tattile non sono prontamente disponibili e i prezzi delle tecnologie assistive sono spesso proibitivi.

Il progetto BrailleJet, parzialmente finanziato dall’UE, si propone di fornire alle persone non vedenti e ipovedenti un accesso a buon mercato ai contenuti visivi. Meno di due anni dopo il lancio di BrailleJet, il team di ingegneri ha sviluppato un dispositivo tanto rivoluzionario quanto economico: una stampante, scanner e fotocopiatrice che le persone ipovedenti avrebbero potuto usare nella privacy delle loro abitazioni.

Una tecnologia rivoluzionaria

Chiamato b.my.jet, questo dispositivo di stampa da scrivania utilizza un nuovo metodo di deposito della polvere brevettato da uno dei partner. Questo metodo consente al dispositivo di posizionare e fissare accuratamente sulla superficie di un normale foglio di carta una quantità controllata di inchiostro speciale per produrre una stampa tattile. Gli utenti potranno stampare in modo facile e veloce documenti nei codici tattili Braille e Moon.

La tecnologia innovativa di questo dispositivo gli offre un altro importante vantaggio sulle altre stampanti dello stesso tipo. Mentre le attuali tecnologie assistive hanno prezzi elevati e sono pertanto disponibili solo alle associazioni di non vedenti e a scuole o negozi specializzati, b.my.jet verrà venduta nei grandi magazzini di prodotti elettronici a un costo nettamente inferiore. Il costo stimato è pari a EUR 250 per stampante: molto meno rispetto agli attuali dispositivi di stampa tattile, i cui prezzi partono da EUR 2 000 per arrivare fino a EUR 80 000 nel caso di stampanti per grossi volumi. Questo dispositivo si usa praticamente come una classica stampante a getto di inchiostro e come quest’ultima richiede carta normale e la sostituzione della cartuccia.

Un’innovazione premiata

Il prototipo funzionante di b.my.jet rilasciato qualche mese fa ha già vinto un Silver A’ Design Award nella categoria «Differently Abled and Seniors’ Assistance Design». È stato inoltre un Gold Winner nella categoria Office Equipment degli International Design Awards.

In un articolo pubblicato sulla rivista «Design Solutions», Kieron Salter, direttore presso il partner di progetto KW Special Projects Ltd, ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di vedere b.my.jet premiata per il suo design innovativo con non uno, ma ben due riconoscimenti. Tutte le persone coinvolte hanno fornito il proprio contributo creativo per realizzare un prodotto in grado di fare la differenza per le persone ipovedenti e non vedenti di tutto il mondo».

Salter ha spiegato che iniziando tutti i progetti con un foglio di carta bianco, «ci si sbarazza di ogni preconcetto tecnologico e si trae ispirazione da vari settori per trovare la migliore soluzione possibile».

Ora, il progetto BrailleJet (stampa a controllo digitale basata su Braille e grafica tattile) è in procinto di commercializzare questo prodotto innovativo.

Per maggiori informazioni, consultare:
pagina web del progetto BrailleJet

Fonte: Sulla base di informazioni relative al progetto e segnalazioni dei media

Informazioni correlate