Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Reti a maglie di trasmissione in mare aperto: la chiave per un futuro energetico sostenibile

Lo sviluppo coordinato di infrastrutture dell’elettricità che colleghino i parchi eolici in mare aperto alla terraferma porterà vantaggi ambientali e finanziari.
Reti a maglie di trasmissione in mare aperto: la chiave per un futuro energetico sostenibile
Il vento di terra svolge un ruolo sempre più importante nella generazione dell’energia rinnovabile europea. Secondo una relazione di WindEurope, già European Wind Energy Association, le installazioni in mare aperto hanno rappresentato il 20 % delle installazioni annuali di energia eolica dell’UE, con 3 154 MW di nuova capacità di rete nel 2017. Vale a dire il doppio rispetto al 2016. Per realizzare tutte le potenzialità di tali risorse, il progetto PROMOTION, finanziato dall’UE, indaga sui vantaggi del collegare parchi eolici in mare aperto con reti sulla terraferma in paesi diversi.

Citato in un comunicato stampa, l’amministratore delegato di WindEurope, Giles Dickson, ha dichiarato che una rete efficiente nel Mare del Nord sbloccherebbe lo scambio di energia non vincolato tra i paesi. Inoltre, prenderebbe l’energia da luoghi con risorse eoliche superiori. I suoi commenti risalgono a una conferenza di medio termine sul progetto organizzata da PROMOTION. Ha aggiunto che una rete a maglie in mare aperto non dovrebbe rappresentare l’obiettivo in sé, quanto piuttosto dovrebbe essere trattata quale mezzo per generare energia eolica concorrenziale in tutto il Mare del Nord.

Il progetto PROMOTION (PROMOTioN – Progress on Meshed HVDC Offshore Transmission Networks) è stato istituito per sviluppare e dimostrare le tecnologie fondamentali utilizzate per la trasmissione dell’energia eolica, quali la corrente continua ad alta tensione (HDVC). Questo collegamento di trasmissione consiste innanzitutto in una stazione di conversione, una linea di alimentazione e un’altra stazione di conversione all’altra estremità. L’elettricità può essere trasportata in entrambe le direzioni. Le linee possono attraversare la terra oppure linee aeree o sotterranee, o possono essere installate in acqua come cavi sottomarini. È anche possibile un’installazione che combini linee coassiali e linee aeree o linee sottomarine e linee sotterranee.

Ostacoli allo sviluppo di reti a maglie in mare aperto

Diversi progetti dell’UE (compresi PROMOTION e Best Paths) dimostrano come la tecnologia HDVC sia in rapida evoluzione. Gli interconnettori HVDC offrono una notevole flessibilità per i gestori del sistema di trasmissione (GST). Tuttavia, come indicato su CORDIS, «lo spiegamento di reti a maglia HVDC in mare aperto è attualmente ostacolato dall’elevato costo della tecnologia di conversione, dalla mancanza di esperienza con sistemi di protezione e componenti per l’eliminazione degli errori nonché regolamenti e strumenti finanziari internazionali immaturi».

Il comunicato stampa di WindEurope ha osservato che i GST costruiscono interconnettori da punto a punto (da paese a paese) per trarre vantaggio dalle differenze di prezzo all’ingrosso tra i mercati. «Ciò consente ai parchi eolici di collegarsi al loro interconnettore, potenzialmente riducendo il reddito per i GST e, di conseguenza, l’incentivo per adeguare l’infrastruttura esistente». Tuttavia, come sottolineato da Dickson, il GST è incaricato di dispiegare la rete in alcuni paesi. Poiché il GST è regolamentato, ha il potenziale «di sviluppare una soluzione ottimale sia per i promotori dell’energia eolica che per i promotori della rete. Questo perché la possibilità di realizzare “progetti ibridi” è molto più alta». I progetti ibridi sono quelli che portano l’elettricità a due mercati diversi, tra cui Kriegers Flak, parte di un interconnettore da 400 MW tra Danimarca e Germania.

I partner di PROMOTION includono i principali produttori di HVDC, i GST collegati al Mare del Nord, diversi fornitori di turbine eoliche, gli sviluppatori di parchi eolici in mare aperto, importanti studiosi e società di consulenza. La visione europea per una rete a maglie nel Mare del Nord risale al 2010. La combinazione di nuove tecnologie HVDC nei sistemi attuali è considerata determinante per portare le energie rinnovabili su vasta scala nella rete, offrendo in tal modo benefici significativi al mercato europeo dell’elettricità.

Per ulteriori informazioni, si consulti:

pagina web del progetto CORDIS

Fonte: Sulla base di informazioni relative al progetto e segnalazioni dei media

Informazioni correlate