Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Turbina pionieristica stabilisce un nuovo valore di riferimento per l’energia rinnovabile delle maree

Nel suo primo anno di collaudo, la turbina mareomotrice galleggiante più potente al mondo ha generato 3 GWh di elettricità.
Turbina pionieristica stabilisce un nuovo valore di riferimento per l’energia rinnovabile delle maree
Con lo spettro dei cambiamenti climatici che incombe sul mondo, molte nazioni stanno passando a varie opzioni rinnovabili per soddisfare i loro fabbisogni energetici. Nonostante siano disponibili diverse tipologie di energia rinnovabile, molte non possono essere previste a lungo termine poiché la loro generazione dipende in gran parte dalle condizioni meteorologiche. Una delle poche eccezioni è la potenza delle maree, una tecnologia relativamente nuova in cui l’elettricità viene generata utilizzando il movimento ampiamente prevedibile delle maree.

Istituito nel 2016 con finanziamenti dell’UE, il progetto FloTEC ha cercato di dimostrare il potenziale dei sistemi galleggianti delle maree per fornire alla rete elettrica europea energia affidabile, a basso costo e a basso rischio. Per raggiungere questo obiettivo, ha lanciato la turbina SR2000, considerata la più potente turbina a corrente di marea funzionante al mondo.

12 mesi di produzione di energia

Nel suo primo anno di collaudo nelle isole Orcadi, la turbina da 2 MW ha prodotto oltre 3 GWh di energia rinnovabile. Ciò equivale a più energia di quanta non sia stata generata dall’intero settore dell’energia ondomotrice e mareomotrice della Scozia nei 12 anni che hanno preceduto il lancio della SR2000 nel 2016.

L’energia generata dalla SR2000 in 12 mesi di funzionamento a tempo pieno è sufficiente per soddisfare il fabbisogno annuale di elettricità di circa 830 famiglie britanniche. La turbina ha inoltre provveduto a intermittenza a oltre un quarto del fabbisogno energetico delle isole Orcadi.

«Le prestazioni fenomenali della SR2000 hanno stabilito un nuovo valore di riferimento per il settore delle maree», ha dichiarato Andrew Scott, amministratore delegato e coordinatore del progetto presso Scotrenewables Tidal Power Ltd, in un comunicato stampa pubblicato sul sito web di FloTEC. «Pur essendo un progetto di ricerca e sviluppo, ed essendo la nostra prima turbina su larga scala, il suo primo anno di collaudo ha fornito un livello di prestazioni che si avvicina a quello delle tecnologie rinnovabili mature ampiamente utilizzate».

Le pesanti tempeste autunnali e le prime tempeste invernali di quest’anno nel Nord Atlantico hanno contribuito a dimostrare ulteriormente la capacità della turbina galleggiante di generare elettricità praticamente in qualsiasi condizione meteorologica verificatasi intorno alle Isole Orcadi. La SR2000 ha resistito a onde alte oltre 7 m. Inoltre, è riuscita a generare continuamente energia in mare con onde alte 4 m e a mantenere una potenza nominale di 2 MW in mare con onde alte 2 m.

Le caratteristiche di progettazione della turbina presentano una serie di innovazioni. Queste includono il 50 % in più di acquisizione di energia attraverso rotori più grandi con una velocità nominale inferiore, pale ad alte prestazioni e ammortizzatori del carico di ormeggio. Un ulteriore passo avanti è la compatibilità di SR2000 con la catena di distribuzione e l’infrastruttura locali e l’accesso completo a tutti i sistemi di turbina sul campo attraverso una configurazione ottimizzata della piattaforma.

«La possibilità di accedere facilmente alla SR2000 per la manutenzione ordinaria ha inciso notevolmente sulla nostra capacità di generare elettricità a tali livelli negli ultimi 12 mesi, anche durante l’inverno. Inoltre, accedere alla SR2000 utilizzando imbarcazioni gonfiabili rigide (RIB, rigid-inflatable boats) e altri tipi di navi simili a basso costo significa che i nostri costi operativi e i tempi di interruzione sono ridotti al minimo, ha spiegato Scott.

Il prossimo punto all’ordine del giorno per FloTEC [FloTEC Energy Commercialization project (FloTEC)] è la costruzione di un’unità di produzione commerciale da 2 MW più avanti nel corso del nel 2018. L’unità sarà collaudata nelle Orcadi prima di essere commercializzata. Il team del progetto si propone di sfruttare il successo della SR2000 per dare impulso a un nuovo settore basato su una fonte di energia rinnovabile prevedibile.

Per ulteriori informazioni, consultare:
sito web del progetto FloTEC

Fonte: Sulla base di informazioni relative al progetto e segnalazioni dei media

Informazioni correlate