Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

BioWatch: un punto di riferimento unico per la ricerca biocompatibile

Una nuova piattaforma interattiva contribuisce a rafforzare la consapevolezza delle innovazioni nel settore della bioeconomia.
BioWatch: un punto di riferimento unico per la ricerca biocompatibile
I cambiamenti climatici e la riduzione dei combustibili fossili hanno sottolineato l’importanza di creare un’economia basata su risorse rinnovabili. In un’economia sostenibile, le risorse naturali sono prodotte e poi convertite insieme agli scarti in prodotti quali alimenti, mangime per animali, prodotti biocompatibili e bioenergia.

In Europa, molti prodotti biocompatibili fanno già parte della nostra quotidianità e contribuiscono in maniera significativa all’economia. Tali alternative più ecologiche possono essere trovate nei settori del tessile, dell’edilizia, del confezionamento e persino dei trasporti, soppiantando prodotti basati sui fossili e le loro ramificazioni ambientali. In realtà, la bioeconomia europea vale 2,2 trilioni di euro e impiega 18,6 milioni di persone. Tuttavia, nonostante queste cifre impressionanti, molti europei non ne sono a conoscenza.

Il progetto BIOWAYS, finanziato dall’UE, è stato lanciato nel 2016 per rafforzare la consapevolezza delle persone riguardo ai prodotti biocompatibili e ai loro vantaggi per la società. Il più recente strumento dei partner di progetto nei loro tentativi di realizzare questo obiettivo è la piattaforma online interattiva BioWatch. Attraverso questa piattaforma, BIOWAYS si propone di favorire altri progetti nel settore della bioeconomia nel rafforzare la consapevolezza in merito ai risultati biocompatibili delle loro ricerche.
Come funziona la piattaforma online BioWatch?

BioWatch può essere paragonata a una biblioteca online. Qui, i progetti biocompatibili vengono presentati uno accanto all’altro, fornendo accesso diretto al settore, agli interlocutori politici, ai media e al grande pubblico. I progetti vengono classificati in cinque aree tematiche: potenziale di biomassa vegetale, potenziale di biomassa forestale, produzione migliorata basata sull’agricoltura, valorizzazione dei rifiuti, produzione e perfezionamento della bioenergia.

Cliccando su un progetto in un’area tematica specifica si otterrà il suo SEED, ossia un opuscolo digitale multimediale che fornisce una grande quantità di informazioni sul progetto. Ciò può includere i suoi obiettivi, l’approccio, i partner, le risorse e l’impatto previsto, così come qualsiasi immagine o video pubblicato.

Il SEED funziona come un’estensione del sito web di un progetto. Pur contenendo informazioni simili, va oltre, offrendo un maggiore livello di coinvolgimento con altri progetti, potenziali parti interessate e futuri partner di ricerca. Permette inoltre ai ricercatori di contestualizzare i loro progetti e raggiungere una platea online più ampia e pertinente.

Il SEED promuove la comunicazione tra il progetto e le parti interessate in tre modi: attraverso un feed di notizie (dove sono pubblicati i risultati del progetto), un calendario di eventi che annuncia eventi imminenti e una parete SEED (dove le parti interessate possono inviare messaggi istantanei). I membri di BioWatch possono seguire i SEED che li interessano e ricevere notifiche push quando è stato effettuato un aggiornamento. Attraverso BioWatch, i ricercatori possono condividere conoscenze, raccogliere riscontri e interagire con altri progetti e utenti, aumentando le possibilità di successo del loro progetto.

BIOWAYS (Increase public awareness of bio-based products and applications supporting the growth of the European bioeconomy) sta attualmente reclutando progetti di ricerca biocompatibili per costruire una massa determinante di tali iniziative nella sua biblioteca online BioWatch SEED. Successivamente, il progetto si propone di reclutare più membri al fine di incrementare la consapevolezza e il coinvolgimento di questo utile strumento.

Per ulteriori informazioni, consultare:
sito web del progetto BIOWAYS

Fonte: Sulla base di informazioni relative al progetto e segnalazioni dei media

Informazioni correlate