Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Tendenze scientifiche: Progetto globale per rendere accessibile il codice genetico di ogni essere vivente

Un team internazionale di scienziati intende sequenziare il DNA di tutte le forme conosciute di vita complessa sulla Terra.
Tendenze scientifiche: Progetto globale per rendere accessibile il codice genetico di ogni essere vivente
Lanciato ufficialmente il primo novembre a Londra, il progetto Earth BioGenome Project (EBP) sequenzierà i genomi di 1,5 milioni di specie di animali, piante, protozoi e funghi nel corso dei prossimi 10 anni. Finora, il 99,8 % di tutte le specie non è stato ancora sequenziato. Parlando alla «BBC», il presidente di EBP, professor Harris Lewin, ha fatto notare che «su un totale di 1,5 milioni di specie conosciute, è stato sequenziato il genoma solo di circa 3 300». Ha aggiunto: «Nella nostra conoscenza sono molto più grandi le lacune rispetto a ciò che sappiamo».

In precedenza durante l’anno, un gruppo di 24 esperti conosciuto collettivamente come Gruppo di lavoro EBP ha pubblicato un articolo nella rivista «Proceedings of the National Academy of Sciences» delineando il loro piano per definire l’impronta biologica di ogni specie conosciuta di essere vivente dotato di un nucleo. «I risultati di EBP forniranno le informazioni necessarie a un’ampia gamma di importanti questioni che l’umanità di trova a fronteggiare, come per esempio l’impatto del cambiamento climatico sulla biodiversità, la difesa delle specie e degli ecosistemi in pericolo, e la salvaguardia e il miglioramento dei servizi ecosistemici».

Il progetto sul DNA più ambizioso al mondo

Il team ha anche spiegato perché il loro tentativo si merita un sostegno universale. «I potenziali benefici su vasta scala derivanti dalla creazione di una banca digitale aperta di informazioni genomiche per la vita sulla Terra possono essere realizzati solo mediante uno sforzo internazionale coordinato».

Il progetto EBP dipende dalla fornitura di dati da parte degli scienziati in tutto il mondo. Finora, 17 istituzioni hanno preso questo impegno. L’impegno più grande è stato assunto dal Wellcome Sanger Institute a Cambridge, un leader riconosciuto nel campo della genomica. Ha intenzione di mappare 66 000 specie. Il dott. Jim Smith, direttore scientifico dell’istituto, ha detto alla «BBC» che il progetto EBP è «d’obbligo per gli esseri umani per sensibilizzare sul tema della biodiversità».

Secondo l’articolo, il progetto «EBP è probabilmente la proposta più ambiziosa nella storia della biologia». Citata nello stesso articolo della «BBC», la dott.ssa Julia Wilson dello stesso istituto ha convenuto che il valore su grande scala del progetto per la società sarebbe enorme e getterebbe «le fondamenta per tutti i filoni della biologia e della biotecnologia». Ha proseguito: «Stiamo parlando di nuove medicine, nuovi combustibili per il futuro».

Il costo – oltre 4,1 miliardi di euro – è imponente quanto lo è il progetto stesso. Organizzazioni benefiche globali e governi metteranno insieme i finanziamenti.

«Se coronato da successo, il progetto EBP trasformerà completamente la nostra comprensione scientifica della vita sulla Terra e fornirà nuove risorse per fare fronte alla rapida perdita di biodiversità e ai cambiamenti di habitat che sono causati soprattutto dalle attività umane e dal cambiamento climatico», ha scritto il team nel suo articolo. «Conoscenze fondamentali della biodiversità della Terra potrebbero anche portare a nuove fonti di cibo, rivoluzionari materiali bioispirati, e innovazioni per curare malattie umane, animali e delle piante».

Hanno concluso: «L’eredità più grande di EBP sarà il dono della conoscenza, ossia una completa Biblioteca digitale della vita che contiene l’intelligenza biologica collettiva di 3,5 miliardi di anni di storia evolutiva. Queste conoscenze guideranno le scoperte future per generazioni e potrebbero alla fine determinare la sopravvivenza della vita sul nostro pianeta».

Completato nel 2003, il Progetto genoma umano ha impiegato 13 anni per mappare il codice genetico umano. Le due dozzine di scienziati che sono stati alla guida di questa missione di sequenziamento lunga un decennio sanno che non sarà facile. Parte del fascino è rappresentata dal non sapere del tutto a cosa porteranno i risultati.

Fonte: Basato su segnalazioni dei media

Informazioni correlate

Paesi

  • Stati Uniti