Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

In che modo possono i quadri strutturali di sostegno in materia di RST assistere l'ampliamento dell'UE?

Nel febbraio di quest'anno, si sono riuniti a Baden vicino a Vienna, in Austria, gli esperti di RST e di ampliamento per discutere del potenziale che i quadri strutturali di sostegno in materia di RST possiedono nei confronti dell'ampliamento dell'Unione europea. È ora disponi...
Nel febbraio di quest'anno, si sono riuniti a Baden vicino a Vienna, in Austria, gli esperti di RST e di ampliamento per discutere del potenziale che i quadri strutturali di sostegno in materia di RST possiedono nei confronti dell'ampliamento dell'Unione europea. È ora disponibile una pubblicazione contenente gli atti di tale conferenza.
Essa comprende un sunto delle relazioni principali di questo convegno, che si poneva l'obiettivo di dimostrare le sinergie esistenti tra le politiche che promuovono la ricerca e lo sviluppo tecnologico e la politica regionale.
La conferenza ha cercato di trovare un collegamento tra lo sviluppo strutturale e le questioni inerenti alla ricerca, concentrandosi in particolare sullo sviluppo regionale. Proseguendo studi precedenti in tale campo, i partecipanti hanno indagato e dibattuto i recenti sviluppi nelle politiche correlate con la RST nei paesi candidati che stanno ora negoziando la propria adesione all'UE. Essi hanno anche preso in considerazione l'utilità di tali studi ed il loro potenziale nell'identificazione delle esigenze future ed allo stesso tempo hanno riesaminato il modo in cui sono stati formulati i quadri comuni per tutte le politiche e misure collegate con l'adesione.
Tra gli oratori, Philippe Galiay, della DG XII della Commissione europea, Rupert Pichler, del ministero della Scienza e dei Trasporti austriaco, e molti altri provenienti da tutta l'Europa hanno sviluppato le seguenti tematiche principali:
- il ruolo della RST nel processo d'integrazione;
- i fondi strutturali e la politica di RST: le migliori prassi negli Stati membri dell'UE;
- analisi di casi di sviluppo regionale indotto dalla RST nei paesi dell'Europa centrale e orientale (PECO).
Nella pubblicazione sono inoltre inclusi i testi dei discorsi della sessione conclusiva ed ulteriori analisi di casi di migliori prassi (non presentati nel corso della conferenza).
Tale pubblicazione costituisce senza dubbio una lettura interessante per industriali ed istituti di ricerca dell'Unione europea che stiano prendendo in considerazione la possibilità di collaborare con ricercatori dei PECO su proposte di progetti da realizzare nell'ambito del quinto programma quadro comunitario di RST. Gli organizzatori della conferenza, ovvero la Commissione europea ed il ministero della Scienza e dei Trasporti austriaco, desiderano in particolare incitare gli istituti di ricerca di minori dimensioni a riflettere sulla possibilità di trovare partner di ricerca nei paesi candidati, che sono già, o che saranno tra breve, pienamente associati al quinto programma quadro.
Chiunque desiderasse approfondire ulteriormente tale argomento può anche essere interessato ad uno studio concluso un anno fa da Coopers and Lybrand (ora PriceWaterhouse Coopers) intitolato "Impact of enlargement of the European Union towards the Associated Central and Eastern European countries on RTD, innovation and structural policies" (Impatto dell'ampliamento dell'Unione europea verso i paesi associati dell'Europa centrale e orientale su RST, innovazione e politica strutturale), di cui sono ancora disponibili alcune copie che possono essere richieste alla Commissione.

Informazioni correlate

Programmi

Paesi

  • Austria