Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il satellite colma il ritardo in fatto di applicazioni

Le applicazioni satellitari si sono evolute lungo tre assi principali: la navigazione, le comunicazioni e l'osservazione terrestre. Il progetto ASTRON mira ad associare le competenze di tre settori per produrre nuove applicazioni.



Antecedenti


Nell'ambito del progetto...
Le applicazioni satellitari si sono evolute lungo tre assi principali: la navigazione, le comunicazioni e l'osservazione terrestre. Il progetto ASTRON mira ad associare le competenze di tre settori per produrre nuove applicazioni.



Antecedenti


Nell'ambito del progetto ASTRON (Applications on the Synergy of Satellite Telecommunications, Earth Observation and Navigation) ci si è resi conto del potenziale offerto dall'associazione di queste tre tecnologie. Si stanno studiando le applicazioni commerciali che potrebbero nascere dalle sinergie tra questi tre campi e contribuendo ad integrarli con i nuovi servizi digitali interattivi. I tempi sono maturi per sfruttare le nuove applicazioni utilizzando le tecnologie già affermate e quelle più recenti nel campo delle comunicazioni, della navigazione e dell'osservazione terrestre via satellite. Tra le tante potenziali applicazioni, diverse sono già in fase di studio come progetti dimostrativi:




Trasferimento di dati: usare la capacità di trasferimento dati su larga banda via satellite affinché le informazioni ricavate dall'osservazione terrestre possano essere distribuite dai fornitori di dati ai clienti in tempi infinitamente più brevi rispetto al tradizionale recapito di CD-ROM;



Navigazione: orientamento e prevenzione delle collisioni tra aerei, orientamento dei veicoli (p. es. per i servizi d'emergenza) mediante GPS (Global Positioning System) e carte topografiche digitali, assistenza alla navigazione marittima nelle regioni polari, contro il pericolo degli iceberg;



Cartografia: aggiornamento a distanza di banche dati geografiche mediante ricevitori portatili GPS; applicazioni di ingegneria civile (rilievi mediante GPS); osservazione della fauna; servizi di orientamento per la pesca (osservazione terrestre per la compilazione di carte ittiche); ricognizione agronomica, per informare gli agricoltori delle variazioni pedologiche ed ottimizzare ottimizzare in tal modo la distribuzione dei fertilizzanti;



Gestione delle emergenze: tra le applicazioni vi sono la misurazione delle deformazioni strutturali mediante GPS e l'osservazione terrestre per la previsione dei terremoti, per l'osservazione delle piene, per la lotta agli incendi boschivi e per la pianificazione dei soccorsi.



Partenariati di lavoro


Nell'ambito del progetto, il Centro comune di ricerca (CCR) collabora con diverse Direzioni generali della Commissione europea, in particolare con la DG III (Industria), la DG VII (Trasporti) e la DG XIII (Società dell'informazione: telecomunicazioni, mercati, innovazione e valorizzazione della ricerca) ed ha stretti collegamenti con l'industria spaziale europea e con le agenzie spaziali nazionali dell'UE.




Descrizione, impatto e risultati


Il CCR, conformemente al suo compito istituzionale di sostenere lo sviluppo tecnologico europeo, ma senza partecipare alla commercializzazione vera e propria, funge da piattaforma per individuare le possibili applicazioni della tecnologia satellitare integrata e per dimostrarne la fattibilità. Inoltre, esso è impegnato nella valutazione dei sistemi già sviluppati in questo campo dall'industria europea, mentre i suoi ricercatori, in stretta collaborazione con i loro omologhi industriali, stanno creando canali di comunicazione diretti ad evitare duplicazioni di attività. L'unità di ricerca prevede di rendere pubblici i suoi risultati mediante seminari, con una newsletter e con un servizio di informazione on-line.

Informazioni correlate

Programmi