Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Verso una politica comunitaria del trasporto sostenibile

Il Comitato economico e sociale (CES) ha approvato la decisione della Commissione europea di procedere ad una revisione della politica comune dei trasporti fino al 2004, riguardo al miglioramento dell'efficienza e della competitività, nonché della qualità e delle relazioni est...
Il Comitato economico e sociale (CES) ha approvato la decisione della Commissione europea di procedere ad una revisione della politica comune dei trasporti fino al 2004, riguardo al miglioramento dell'efficienza e della competitività, nonché della qualità e delle relazioni esterne.
Il Comitato, tuttavia, deplora che la Commissione non sia andata oltre nella propria revisione e non abbia messo a punto priorità ed obiettivi per la politica comune dei trasporti (Common Transport Policy - CTP) fino al 2010. Il CES ritiene che la mobilità sostenibile richieda una politica dei trasporti che risponda agli obiettivi attuali e futuri sul piano economico, sociale ed ambientale, traendo il massimo vantaggio dalle attuali tecnologie e sviluppando nuove tecnologie sostenibili. Gradirebbe, pertanto, che la politica comune dei trasporti si riorientasse alla luce degli obiettivi sociali, economici ed ambientali.
Il Comitato ritiene che grazie a questo nuovo fulcro la nuova Commissione debba fare propri la consapevolezza dell'urgenza e lo slancio. Il Comitato desidera incoraggiare l'utilizzo delle statistiche sui trasporti a sostegno della politica dei trasporti e raccomanda la redazione di una relazione sullo stato di avanzamento, che si fondi su dati concreti, per trasmettere la consapevolezza dell'urgenza richiesta dal progetto.
Il CES, pur riconoscendo il principio di sussidiarietà nell'ambito dei trasporti urbani e suburbani, ritiene, tuttavia, che tali ambiti siano così importanti per l'evoluzione generale della politica dei trasporti, che il Consiglio e la Commissione dovrebbero dare loro la priorità assoluta. Il Comitato ritiene, inoltre, che lo sviluppo e il volume dei trasporti privati di persone costituiscano un importante aspetto strategico della politica comune dei trasporti.
La politica dell'assetto del territorio, benché sia di competenza degli Stati membri, è anche un elemento chiave per la politica dei trasporti comunitaria nel suo complesso e il Comitato ritiene che l'uso dello spazio debba essere pianificato in modo coerente, per consentire il raggiungimento degli obiettivi della politica comune dei trasporti.

Argomenti

Trasporti