Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Svolta nei sistemi di sicurezza nucleare con l'inaugurazione di un laboratorio sul sito a Sellafield

Il 13 ottobre sarà inaugurato, presso il sito di Sellafield della British Nuclear Fuels, il primo laboratorio attrezzato per l'analisi dei campioni radioattivi di un grande impianto di ritrattamento. Tale laboratorio, costruito per conto della Direzione controllo di sicurezza ...
Il 13 ottobre sarà inaugurato, presso il sito di Sellafield della British Nuclear Fuels, il primo laboratorio attrezzato per l'analisi dei campioni radioattivi di un grande impianto di ritrattamento. Tale laboratorio, costruito per conto della Direzione controllo di sicurezza dell'Euratom della Commissione europea, è stato progettato ed installato dall'Istituto dei transuranici (ITU) di Karlsruhe (Germania).
Secondo il Dott. Roland Schenkel dell'ITU: "Lo sviluppo del laboratorio sul sito è molto importante dal punto di vista del potenziamento dei sistemi di sicurezza nucleare". Il nuovo laboratorio viene ora salutato come un importante miglioramento nel settore dei controlli atti a garantire che il materiale nucleare utilizzato a scopi civili non venga dirottato verso il circuito militare.
Il trattamento dei campioni di plutonio sul sito contribuirà inoltre al risparmio di tempo e denaro, riducendo nel contempo i rischi per la sicurezza che il trasporto del materiale nucleare da una sito ad un'altro comporta. Finora i campioni di materiali nucleari provenienti dagli impianti di ritrattamento dovevano essere inviati a laboratori esterni per i controlli e la maggior parte dei campioni dell'impianto di Sellafield è stata finora trasportata a Karlsruhe, dove gli scienziati dispongono delle attrezzature e delle competenze per effettuare analisi relative ai sistemi di sicurezza nucleare. Il nuovo laboratorio, però, riuscirà a ridurre questa esigenza efficacemente, consentendo contemporaneamente il controllo di un maggior numero di campioni.
Il nuovo laboratorio ad elevata automazione è dotato di robot in grado di effettuare analisi su 1.000 campioni l'anno. Ospita anche scatole a guanti contenenti strumenti analitici di elevata precisione attentamente selezionati e testati, nonché uno speciale software, progettato dall'équipe scientifica, per la gestione delle informazioni, l'ottimizzazione delle analisi e la valutazione dei dati.
Dalla fine degli anni '80, la Direzione controllo di sicurezza dell'Euratom ha riconosciuto i vantaggi derivanti dall'analisi dei campioni di plutonio presso il luogo di produzione e, a seguito di accordi internazionali sui sistemi di sicurezza nucleare, l'Ispettorato Euratom di Lussemburgo ha incaricato l'Istituto dei transuranici di Karlsruhe di occuparsi di tale materia. La sua missione consiste nel fornire il supporto tecnico necessario allo sviluppo ed all'installazione di uno strumento sicuro, efficiente ed economico per l'analisi dei materiali nucleari - strumento soprannominato "il laboratorio sul sito".
In collaborazione con la Direzione controllo di sicurezza dell'Euratom, con la British Nuclear Fuels, gestore del sito, nonché con le autorità britanniche competenti in materia di sicurezza, l'équipe di Karlsruhe è riuscita a realizzare con successo il nuovo laboratorio di Sellafield. All'inizio del prossimo anno, inoltre, è prevista l'inaugurazione di un altro laboratorio presso l'impianto francese di ritrattamento nucleare di Cap La Hague. Il resto del mondo sembra intenzionato a seguire questo esempio e l'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha in programma di aprire un analogo laboratorio sul sito presso una centrale nucleare in Giappone, nel giro di appena qualche anno.
Il Dott. Roland Schenkel dell'ITU ha affermato che gli Stati membri dell'UE e la comunità internazionale sostengono con convinzione questo nuovo sviluppo nel campo del potenziamento dei sistemi di sicurezza nucleare ed ha aggiunto: "La risposta della comunità internazionale è stata estremamente positiva".

Informazioni correlate

Programmi