Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Bando di gara per progetti cofinanziati nel quadro di "Synergy" per il 2000

La Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare proposte relativo a progetti cofinanziati nel quadro del programma "Synergy" per l'anno 2000.
"Synergy" è il programma comunitario che si propone di promuovere la cooperazione internazionale con i paesi non appartenenti all'UE nel settore energetico e costituisce parte del programma quadro di questo settore. "Synergy" istituisce progetti di cooperazione per l'elaborazione, la formulazione e l'attuazione di politiche energetiche in settori di interesse reciproco, in aggiunta alle azioni promozionali per la cooperazione industriale tra la Comunità ed i paesi terzi nel settore energetico. Esso contribuisce inoltre al conseguimento dei seguenti obiettivi dell'Unione europea in materia di politica energetica: sicurezza di approvvigionamento, competitività generale e tutela ambientale.
Oltre ai progetti avviati su iniziativa dell'UE, il programma "Synergy" può anche fornire contributi finanziari a progetti proposti da terzi. Il presente bando di gara è destinato unicamente a quest'ultima categoria di progetti.
Il sostegno finanziario può essere richiesto per progetti che comportano un proponente di uno Stato membro e/o un proponente di un paese terzo. Il contributo comunitario non dovrà superare il 50 per cento del costo complessivo del progetto e, di norma, non dovrà superare i 200.000 euro.
I progetti proposti devono riguardare i seguenti campi di attività:
- consulenza e formazione in materia di politica energetica;
- analisi e previsioni in campo energetico;
- rafforzamento del dialogo in termini di politica energetica e di diffusione delle informazioni, in particolare tramite l'organizzazione di conferenze e seminari;
- supporto alla cooperazione regionale transfrontaliera;
- miglioramento delle strutture di cooperazione in materia di energia industriale.
Non sono ammissibili né progetti di investimenti nel settore energetico e di finanziamento di infrastrutture in nessuna fase, né progetti di ricerca, di dimostrazione, di sviluppo o di diffusione di tecnologie innovative.
In generale, non sono ammissibili azioni che possono beneficiare o hanno ottenuto finanziamenti tramite un altro strumento comunitario.
I progetti proposti devono recare reciproci vantaggi all'Unione europea ed ai paesi terzi e devono essere volti al conseguimento di uno degli obiettivi del presente invito, i quali sono definiti nella strategia allegata al testo del bando di gara pubblicato sulla Gazzetta ufficiale delle Comunità europee.

Informazioni correlate

Programmi