Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il CCR e l'AEA uniscono le forze per un ambiente migliore

L'Agenzia europea dell'ambiente ed il Centro comune di ricerca della Commissione europea hanno inaugurato questo ottobre una nuova era dichiarando di voler unire le proprie forze a favore dell'ambiente. Herbert Allgeier, Direttore generale del CCR, e Domingo Jiménez-Beltrán, D...
L'Agenzia europea dell'ambiente ed il Centro comune di ricerca della Commissione europea hanno inaugurato questo ottobre una nuova era dichiarando di voler unire le proprie forze a favore dell'ambiente. Herbert Allgeier, Direttore generale del CCR, e Domingo Jiménez-Beltrán, Direttore esecutivo dell'AEA, hanno firmato un nuovo protocollo d'intesa tra le due organizzazioni, che contempla una cooperazione a livello scientifico e tecnico in materia d'ambiente.
La cooperazione appare particolarmente opportuna dal momento che l'AEA fornisce informazioni di impiego diretto per i politici ed il pubblico, mentre il CCR, come servizio della Commissione, funge da centro di riferimento scientifico e tecnologico per l'Unione. I due direttori hanno parlato dei vantaggi che questa collaborazione potrà apportare nel rafforzamento del legame tra la conoscenza ed i processi decisionali, in risposta agli impegni europei ed internazionali, come quello espresso dall'accordo di Kyoto.
Entrambi hanno inoltre sottolineato l'importanza di fornire supporto all'elaborazione delle politiche mediante attività specifiche correlate a problemi come il cambiamento climatico ed il monitoraggio delle sostanze chimiche pericolose e dei loro effetti sull'ambiente, nonché alla protezione ed al recupero delle risorse naturali, dello spazio e della terra, in Europa.
Il CCR afferma che le due organizzazioni collaboreranno al fine di perfezionare le attività di monitoraggio e valutazione del percorso delle sostanze chimiche e delle esposizioni alle stesse per l'uomo e per l'ambiente. Un altro obiettivo fondamentale che le due organizzazioni si propongono è l'aggiornamento degli attuali sistemi di cartografia, in modo che rispecchino i cambiamenti nell'impiego della terra in Europa.
Secondo una dichiarazione del CCR, il programma di lavoro comune sarà definito entro tre mesi e comprenderà lo sviluppo di un programma di divulgazione geografica per il progresso nella ricerca, nella tecnologia e nelle prospettive.
Una dichiarazione del CCR sull'argomento spiega: "Le due organizzazioni si pongono l'obiettivo di rendere più immediato il reperimento di informazioni, che si tratti di conoscenze tecniche e di monitoraggio dei dati oppure di informazioni di rilevanza politica, a vantaggio dell'Unione europea, degli Stati membri e della comunità internazionale".
Tale accordo giunge in un momento significativo per la legislazione ambientale, a poche settimane dal summit di Helsinki del prossimo dicembre. In quell'occasione, i capi di Stato e di governo discuteranno le strategie per lo sviluppo sostenibile, cui la collaborazione AEA-CCR potrà sicuramente contribuire.

Informazioni correlate

Programmi