Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L'Europarlamento approva gli accordi di cooperazione scientifica dell'Unione europea con la Cina e con l'Argentina

Il 4 novembre il Parlamento europeo ha approvato gli accordi di cooperazione scientifica e tecnologica dell'UE con Cina e Argentina. Ai sensi di tali accordi, i ricercatori cinesi ed argentini potranno partecipare alla maggior parte delle attività di ricerca finanziate dall'UE...
Il 4 novembre il Parlamento europeo ha approvato gli accordi di cooperazione scientifica e tecnologica dell'UE con Cina e Argentina. Ai sensi di tali accordi, i ricercatori cinesi ed argentini potranno partecipare alla maggior parte delle attività di ricerca finanziate dall'UE (escluse quelle in ambito nucleare) nel quadro di quattro specifici programmi del quinto programma quadro. Analogamente, i ricercatori UE potranno partecipare alle corrispondenti attività di ricerca in questi paesi.
Tali accordi non prevedono alcun trasferimento di fondi ed i partecipanti di entrambe le parti dovranno provvedere al finanziamento della propria partecipazione. Inoltre, prima dell'avvio di ciascun progetto comune i partecipanti dovranno elaborare congiuntamente un "piano di gestione della tecnologia".
L'Europarlamento ha rinviato il voto sull'analogo accordo con la Russia.
I due accordi approvati dal Parlamento europeo dovrebbero essere conclusi per conto dell'UE durante la riunione del Consiglio "Ricerca", che si terrà il 2 dicembre 1999. Essi entreranno quindi in vigore una volta che la Cina e l'Argentina avranno completato le rispettive procedure di ratifica.

Informazioni correlate

Paesi

  • Argentina, Cina, Russia