Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Firma del contratto per il programma Galileo tra l'ASE e la Commissione europea

L'Agenzia spaziale europea (ASE) e la Commissione europea hanno di recente firmato il contratto per lo studio GalileoSat, che rappresenta il contributo dell'ASE alla fase di definizione del programma di navigazione satellitare Galileo, approvato nello scorso maggio. Nel fratte...
L'Agenzia spaziale europea (ASE) e la Commissione europea hanno di recente firmato il contratto per lo studio GalileoSat, che rappresenta il contributo dell'ASE alla fase di definizione del programma di navigazione satellitare Galileo, approvato nello scorso maggio. Nel frattempo la Commissione sta dando la propria approvazione alla firma di quattro importanti contratti con l'industria, che riguardano la fase di definizione del programma Galileo (da novembre 1999 a dicembre 2000).
"Galileo sarà un sistema di navigazione satellitare globale multimodale che non soltanto consentirà all'Europa di essere indipendente nel campo della gestione del traffico e delle infrastrutture telematiche, ma apporterà anche considerevoli vantaggi economici ai produttori europei di apparecchiature ed all'industria dei servizi e consentirà la creazione di ulteriori posti di lavoro", afferma l'ASE.
Il sistema Galileo sarà costituito da almeno 21 satelliti, all'occorrenza integrati da satelliti geostazionari dotati della relativa infrastruttura terrestre. Sarà compatibile ed interoperabile con i sistemi di posizionamento globale di seconda generazione che vengono oggi progettati.
Il costo previsto del progetto Galileo ammonta a 2.700 milioni di euro; di questi, i ministri europei hanno stanziato una somma iniziale di 80 milioni di euro, suddivisa parimenti tra la Commissione europea e l'ASE, per l'attuale fase di definizione, in previsione dell'avvio del sistema Galileo nel 2005 e della sua piena operatività entro il 2008.