Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Liikanen promette il supporto comunitario alle PMI

Durante un seminario di azione concertata svoltosi a Copenaghen (Danimarca) il 17 gennaio 2000, Erkki Liikanen, commissario europeo per le Imprese e la Società dell'informazione, ha riferito alle PMI che la Commissione colloca i loro interessi al centro della sua politica per ...
Durante un seminario di azione concertata svoltosi a Copenaghen (Danimarca) il 17 gennaio 2000, Erkki Liikanen, commissario europeo per le Imprese e la Società dell'informazione, ha riferito alle PMI che la Commissione colloca i loro interessi al centro della sua politica per le imprese.
La manifestazione è stata organizzata per definire i servizi di sostegno disponibili per le piccole e medie imprese europee (PMI), al fine di assisterle nell'affrontare le sfide poste dalla globalizzazione. Il seminario fa parte di una serie di manifestazioni di azione concertata, il cui obiettivo è di comprendere la situazione delle aziende in crescita e di analizzare in che modo le autorità pubbliche possono aiutarle. Esso inoltre rappresenta l'opportunità di condividere esperienze e di fornire esempi di migliori prassi.
"Apprendere gli uni dagli altri, adottando vicendevolmente le migliori prassi, con l'obiettivo di migliorare le attuali misure di sostegno: è questa la strada da percorrere per istituire in tutta Europa dei veri servizi di sostegno professionale in favore delle imprese, dotati dei più alti standard di qualità possibili", ha dichiarato Liikanen.
L'impegno della Commissione nei confronti delle PMI è stato corroborato attraverso la riorganizzazione della Direzione generale per le Imprese, insediatasi il 1° gennaio di quest'anno, la quale comprende una direzione dedicata alla promozione dell'imprenditorialità e delle PMI.
All'interno di detta struttura la Commissione sta lavorando sui modi di creare migliori misure di sostegno per le aziende e le PMI. Attualmente è in preparazione un nuovo programma pluriennale in favore delle PMI e, attraverso le manifestazioni di europartenariato, è stato incoraggiato il collegamento in rete tra le aziende. Una di queste manifestazioni si svolgerà ad Aalborg (Danimarca) l'8 ed il 9 giugno 2000. Le manifestazioni di azione concertata rappresentano un'altra maniera di stabilire una "metodologia" volta ad assistere le PMI.
Il mercato unico ed ora la moneta unica hanno reso più semplice l'accesso delle PMI al mercato europeo, anche se Liikanen ha affermato che le sfide poste dalla globalizzazione implicano che le aziende dovranno essere capaci di guardare oltre il mercato europeo.
"Per alcune [imprese] ciò significa nuove possibilità di avanzare velocemente verso l'espansione e la crescita. Per la maggior parte, tuttavia, la globalizzazione rappresenta un processo a ritroso che reca con sé sfide e minacce proprie della concorrenza. Alcune sono capaci di adeguarsi e divenire competitive a livello internazionale. Altre sono a rischio e lontane dal sopravvivere nella loro situazione attuale, se non migliorano la qualità, la competitività dei costi e le pratiche di gestione.
"Per parecchi anni, la Commissione ha sistematicamente proposto e condotto una politica di sostegno alle PMI che desiderano accedere ai mercati di altri paesi. Tale politica cerca di fornire valore aggiunto alla dimensione europea sostenendo le PMI sui mercati globali, anziché unicamente sul mercato europeo".