Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Venditori on-line

Acquistare nel cyberspazio è un'attività gradevole, a condizione di sapere che cosa si vuole. È stato creato un sistema per i cyber acquisti in realtà virtuale che sarà di aiuto per la maggioranza degli acquirenti, che non sanno che cosa cercano. E che che contribuirà a render...
Acquistare nel cyberspazio è un'attività gradevole, a condizione di sapere che cosa si vuole. È stato creato un sistema per i cyber acquisti in realtà virtuale che sarà di aiuto per la maggioranza degli acquirenti, che non sanno che cosa cercano. E che che contribuirà a rendere Internet più attraente sul piano commerciale.



Antecedenti


Al giorno d'oggi è possibile acquistare praticamente tutto per via elettronica. Il numero di negozi e servizi Internet aumenta di giorno in giorno. I consumatori, tuttavia, esitano ad effettuare gli acquisti on-line: essi provano un senso di isolamento davanti al PC e avvertono una mancanza di assistenza nel momento di scegliere un articolo. Associando la realtà virtuale con Internet si può ovviare a questo inconveniente, rendendo i cyber acquisti più attraenti dal punto di vista commerciale.




Descrizione, impatto e risultati


Il negozio virtuale, il sistema di acquisto elettronico in realtà virtuale messo a punto dal progetto Esprit della Commissione europea, è entrato in funzione su Internet. Un ambiente in realtà virtuale basato su Internet presenta molti vantaggi per il consumatore: il viaggiatore può avere un'impressione immediata di una località turistica, il bibliofilo può sfogliare un costoso libro d'arte senza timore di danneggiarlo, mentre l'automobilista può selezionare i modelli che intende provare su strada, dopo averli visitati in realtà virtuale.



È possibile addirittura indossare capi di moda nella realtà virtuale. Il consumatore viene rappresentato nel negozio virtuale da una 'controfigura', ossia da un agente digitale che ha le misure, la corporatura e la fisionomia dell'utente. Questi può quindi fare indossare i capi al personaggio che la raffigura, per vedere che effetto fanno su 'sé stesso'. Allo stesso modo una controfigura può rappresentare il cliente a un'asta on-line, e questi potrà fare un'offerta alzando una mano virtuale.



Uno dei vantaggi fondamentali del sistema è la possibilità di rendere più interattivi, e quindi più attraenti per il cliente, gli acquisti su Internet. Il cliente potrà interrogare un vero venditore mediante collegamento in video o audio conferenza. Se un cliente avrà solo bisogno di informazioni sui prodotti, potrà farsi assistere dal commesso virtuale, chiamato 'Shoppi'. Se diverse persone visitano un negozio virtuale contemporaneamente, si potranno incontrare in forma virtuale per discutere in merito al prodotto offerto. I negozi e servizi sono già in funzione, all'indirizzo: http://www.vr-shop.iao.fhg.de. La gamma dei prodotti verrà ampliata di pari passo col successo di pubblico, con gli sviluppi tecnologici e con la familiarità acquisita dagli utenti nei confronti degli acquisti virtuali. Sono già stati compiuti i primi passi mediante il progetto associato Esprit dedicato alle comunicazioni tra i terminali domestici e le comunità locali in realtà virtuale, che lancerà gli acquisti in realtà virtuale sulla tv interattiva, migliorando così la tecnologia comunitaria.




Partenariati di lavoro


A capo del progetto vi sono la Mellon Technologies, specializzata in sistemi di pagamento elettronico, e la società di software Exodus: entrambe con sede in Grecia. Gran parte del lavoro di ideazione e progettazione è stata compiuta dall'istituto di ricerca Fraunhofer Institut für Arbeitswirtschaft und Organisation IAO, mentre la piattaforma virtuale multiutente è stata sviluppata dalla Blaxxun Interactive, entrambe tedesche, e dalla società di ricerche di mercato francese, Sofres-Emnid. Il partner britannico, 3D Scanners, ha sviluppato il sistema hardware utilizzato per generare le controfigure realistiche personalizzate. Il provider di telecomunicazioni italiano Italtel ha studiato l'integrazione del sistema con la tecnologia della tv via cavo.

Informazioni correlate

Programmi