Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Dichiarazione della Commissione sulla criminalità cibernetica

La Commissione europea tratterà presto le problematiche della sicurezza correlate con il commercio elettronico, mediante la pubblicazione di una comunicazione sulla criminalità cibernetica.
I recenti attacchi dei pirati informatici a noti siti web, quali Yahoo!, amazon.com e C...
La Commissione europea tratterà presto le problematiche della sicurezza correlate con il commercio elettronico, mediante la pubblicazione di una comunicazione sulla criminalità cibernetica.
I recenti attacchi dei pirati informatici a noti siti web, quali Yahoo!, amazon.com e CNN.com, hanno fatto nascere l'esigenza urgente di affrontare questi problemi e di proteggere la fiducia dei consumatori. La Commissione si è impegnata a "compiere ogni sforzo per promuovere il progresso in questo settore".
La comunicazione intende favorire la sensibilizzazione in merito all'esigenza dell'adozione di efficaci misure di sicurezza da parte dei fornitori di servizi. I finanziamenti alla ricerca per le tecnologie di base, quali i dispositivi crittografici, vengono forniti nel quadro del programma di ricerca IST (facente parte del quinto programma quadro comunitario di RST) finalizzato alla promozione di una società dell'informazione di facile uso.
L'iniziativa "eEurope", recentemente varata dal presidente della Commissione europea Romano Prodi, è servita anche a sottolineare l'importanza della sicurezza e della fiducia dei consumatori; la questione verrà discussa inoltre in occasione del vertice straordinario che si svolgerà a Lisbona il mese prossimo.
Il coordinamento in materia di criminalità cibernetica tra gli Stati membri e gli Stati Uniti è già in atto.

Informazioni correlate

Programmi