Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La Slovenia intende partecipare allo spazio europeo della ricerca

Il governo sloveno insiste per partecipare allo spazio europeo della ricerca (European Research Area - ERA), promosso dal commissario per la Ricerca Philippe Busquin.
In occasione di una presentazione a Bruxelles delle competenze della Slovenia in materia di R&S, Cene Bavec, ...
Il governo sloveno insiste per partecipare allo spazio europeo della ricerca (European Research Area - ERA), promosso dal commissario per la Ricerca Philippe Busquin.
In occasione di una presentazione a Bruxelles delle competenze della Slovenia in materia di R&S, Cene Bavec, sottosegretario di Stato sloveno per gli affari scientifici e la tecnologia, ha sottolineato l'importanza di tale partecipazione per il suo paese.
Egli ha dichiarato: "Entrare a far parte dell'ERA ci offrirà l'opportunità di confrontare il nostro lavoro con quello degli altri ed il nostro paese ha bisogno di questo confronto, al fine di valutare i progressi compiuti. Vogliamo che le nostre istituzioni di R&S siano europee invece che nazionali".
Il governo sloveno sta rivedendo il proprio corpus legislativo, in vista di conformarlo a quello dell'UE. Tale processo, che verrà completato entro il 1° luglio 2000, comprende anche leggi volte a facilitare il lavoro dei ricercatori stranieri in Slovenia.
L'obiettivo dell'ERA è altresì in linea con la campagna lanciata dalla Slovenia, finalizzata ad attirare aziende high-tech attraverso interessanti programmi di R&S. Secondo Bavec, i settori in cui il suo paese sta ottenendo risultati particolarmente positivi sono le biotecnologie, i materiali e la cooperazione in materia di progressi tecnologici. Il prossimo obiettivo della Slovenia è di passare alla valorizzazione di questi risultati ed anche di entrare a far parte dell'ERA, dimostrando nel contempo la propria competenza in materia di R&S e riuscendo a creare nuovi posti di lavoro nel settore dell'alta tecnologia.
Nel preparare la propria adesione all'UE, la Slovenia attribuisce sempre più importanza alla sua partecipazione ai programmi europei di R&S. Nell'agosto 1999 il paese ha concluso un accordo di cooperazione con la Commissione europea nel campo della RST e da allora partecipa attivamente al quinto programma quadro.

Informazioni correlate

Programmi