Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Secondo l'EAG l'aeronautica europea ha bisogno di una strategia a lungo termine

L'industria aeronautica europea ha bisogno di una strategia di ricerca a lungo termine al fine di mantenere la sua posizione di principale concorrente degli Stati Uniti. Questo è quanto ha affermato il gruppo consultivo esterno che fornisce consulenza alla Commissione sull'azi...
L'industria aeronautica europea ha bisogno di una strategia di ricerca a lungo termine al fine di mantenere la sua posizione di principale concorrente degli Stati Uniti. Questo è quanto ha affermato il gruppo consultivo esterno che fornisce consulenza alla Commissione sull'azione chiave in materia di aeronautica nell'ambito del quinto programma quadro.
In un documento illustrativo della propria posizione siglato durante l'incontro del 23 marzo, il gruppo di esperti ha affermato la necessità che tutte le parti coinvolte nel trasporto aereo in Europa condividano tale strategia.
Quello dell'aeronautica è un settore avvezzo a pensare con 20 anni di anticipo, visto l'alto livello di sviluppo tecnologico richiesto e le implicazioni strategiche in termini di sicurezza nazionale. L'alto costo della ricerca dimostra come la collaborazione e il coordinamento tra gli attori coinvolti sia di fondamentale importanza ai fini della competitività dell'industria europea.
Il gruppo riconosce l'impatto positivo rappresentato dall'azione chiave in materia di aeronautica (che rientra nel programma "Crescita" del 5PQ), raccomandando tuttavia la definizione di meccanismi sia al fine di focalizzare e razionalizzare le attività di ricerca in Europa, sia al fine di garantire che venga data continuità alle attività di successo in vista del prossimo programma quadro.
A giudizio dei membri del gruppo sono tre le sfide che l'aeronautica europea ha dinanzi a sé: soddisfare le esigenze sociali in Europa, creare prodotti competitivi per il mercato globale e, da ultimo, creare e applicare le nuove capacità basate sulla tecnologia a favore della futura crescita.
Al fine di vincere tali sfide, il gruppo consultivo, presieduto da Ulf Ollson, vicepresidente del settore Tecnologia presso la Volvo Aero Corporation, ha elaborato una propria "visione per il futuro".
Tale visione si fonda sul raggiungimento, da parte dell'industria europea, della posizione di leader sul mercato globale e sulla promozione della crescita sostenibile e della qualità della vita attraverso la mobilità aerea in Europa.
Nell'intento di raggiungere tali obiettivi, il gruppo propone che sia il commissario responsabile per la Ricerca Philippe Busquin ad assumere un'iniziativa finalizzata all'ottenimento della leadership di mercato, attraverso la creazione di un nuovo partenariato di consultazione con le parti interessate nel settore dell'aeronautica europea.
Tale partenariato potrebbe poi essere utilizzato per individuare e quantificare i principali obiettivi per i prossimi 20 anni, allo scopo di garantire che l'industria aeronautica europea soddisfi le esigenze dei mercati e dei cittadini.
Lo spazio europeo della ricerca proposto dal commissario Busquin potrebbe essere sviluppato, secondo quanto afferma il gruppo, al fine di garantire una distribuzione più efficiente e mirata a livello comunitario, nazionale, regionale e aziendale dei vantaggi offerti dalle nuove tecnologie.
L'aeronautica è un'industria ad alto contenuto di conoscenza e, a giudizio del gruppo, diviene sempre più importante saper guardare avanti per riuscire a tenere il passo con i rapidi sviluppi che conducono ad una società basata sulla conoscenza.
"Nell'osservare il settore europeo dell'aeronautica, è importante valutare la sua attuale situazione e le sfide che si prospettano per il futuro", si legge nel documento che illustra la posizione del gruppo. "Sebbene oggi l'aeronautica europea sia un settore di grande successo, dovrà affrontare una forte concorrenza globale, nonché nuove esigenze rappresentate dagli interessi del settore, per i quali sarà nescessario un approccio strategico per il futuro".
Il gruppo consultivo fu istituito il 20 novembre del 1998 e i suoi membri furono scelti tra professionisti di spicco nel settore dell'aeronautica, soprattutto tra coloro in possesso di un alto livello di competenze tecniche.
Il testo integrale di tale relazione è disponibile sul server Europa al seguente indirizzo:
URL: http://europa.eu.int/comm/research/fp5/eag-aeronautics3.html

Informazioni correlate