Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Gli europarlamentari si oppongono ad una moratoria immediata sugli OGM resistenti agli antibiotici

Gli europarlamentari hanno recentemente respinto gli inviti ad imporre un divieto immediato all'emissione deliberata di organismi geneticamente modificati (OGM) resistenti agli antibiotici. Hanno però votato a favore della fissazione di una data precisa - l'anno 2005 - per ban...
Gli europarlamentari hanno recentemente respinto gli inviti ad imporre un divieto immediato all'emissione deliberata di organismi geneticamente modificati (OGM) resistenti agli antibiotici. Hanno però votato a favore della fissazione di una data precisa - l'anno 2005 - per bandire l'utilizzo di OGM resistenti agli antibiotici invece che a favore di una loro eliminazione graduale.
Si tratta di uno degli emendamenti recentemente adottati dagli europarlamentari al lavoro sulla posizione comune del Parlamento europeo e del Consiglio in merito alle proposte concernenti l'emissione deliberata di OGM nell'ambiente.
Tra gli altri emendamenti approvati, uno invita la Commissione a presentare una proposta sull'impatto delle biotecnologie nell'ambito dell'Unione europea. Gli europarlamentari hanno inoltre auspicato un rafforzamento della valutazione dei rischi ambientali, nonché ulteriori emendamenti e chiarimenti della direttiva, alla luce del protocollo di Montreal sulla biosicurezza redatto all'inizio dell'anno. È stato inoltre adottato un emendamento che prevede il consenso preventivo dei paesi terzi importatori di OGM.
Altri emendamenti respinti riguardavano proposte in base alle quali la parte legalmente responsabile dell'emissione deliberata avrebbe dovuto sopportare una responsabilità civile assoluta per qualsiasi danno provocato, nonché altre proposte di misure volte ad impedire il trasferimento di geni da OGM ad altri organismi nell'ambiente.

Informazioni correlate

Argomenti

Politiche