CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Notizie

Italiano IT

Europa in testa rispetto agli USA nel finanziamento alla ricerca sui rischi delle nanotecnologie

L'Europa investe quasi il doppio rispetto agli Stati Uniti nella ricerca sui rischi potenziali delle nanotecnologie, questo è quanto ha indicato un rapporto del Progetto sulle Nanotecnologie Emergenti (PEN).

Mentre la National Nanotechnology Initiative (NNI) negli USA ha sta...

Altro

L'Europa investe quasi il doppio rispetto agli Stati Uniti nella ricerca sui rischi potenziali delle nanotecnologie, questo è quanto ha indicato un rapporto del Progetto sulle Nanotecnologie Emergenti (PEN).

Mentre la National Nanotechnology Initiative (NNI) negli USA ha stanziato 13 Mio USD (8,1 Mio EUR) per progetti relativi ai rischi nell'anno finanziario 2006, l'Europa ha messo da parte 24 Mio USD (15 Mio EUR) per lo stesso periodo.

Il rapporto è stato effettuato dal PEN, una iniziativa del Centro Internazionale Woodrow Wilson con sede negli USA e del Pew Charirable Trusts, e si basa su dati elencati nella strategia di ricerca NNI.

Secondo la valutazione del PEN, 62 progetti sulle nanotecnologie finanziati dal governo degli Stati Uniti con un budget totale annuale di 13 Mio USD potrebbero essere catalogati come altamente rilevanti per i potenziali rischi ambiente, salute e sicurezza (EHS).

Il governo degli Stati Uniti d'altro canto non è d'accordo. Le loro stime portano questa cifra a 37,7 Mio USD (23,6 Mio EUR) investiti nella ricerca EHS nelle nanotecnologie.

"Sembra che gli Stati Uniti siano colpevoli di velleitarismo nella propria valutazione della ricerca che porterà allo sviluppo di nanotecnologie sicure," ha commentato Andrew Maynard, capo consigliere scientifico del PEN. "Provano a sostituire la ricerca che potrebbe informare la comprensione scientifica generale sui possibili rischi delle nanotecnologie con la ricerca che si concentra sull'ottenere risposte a domande dirette che vengono poste oggi: cosa rende potenzialmente pericoloso un nanomateriale, come può essere usato in sicurezza e cosa succede quando viene alla fine eliminato?"

"Sia la cifra fornita dal governo degli Stati Uniti che i risultati della valutazione del PEN mostrano che meno del tre per cento del budget federale per la ricerca sulle nanotecnologie di 1,4 Mld USD (876 Mio EUR) è stato speso per la ricerca su ambiente, salute e sicurezza," ha aggiunto Maynard. Tuttavia, è stata presentato un progetto di legge che modificherebbe la strategia NNI per assicurare che almeno il 10% dei finanziamenti (150 Mio USD = 94 Mio EUR) vada alla ricerca sui rischi.

Invece l'UE ha incorporato le preoccupazioni EHS nella ricerca sulle nanotecnologie come parte fondamentale di un approccio equilibrato all'argomento. 'Possedere un alto livello di salute e sicurezza pubblica e protezione ambientale e del consumatore è fondamentale,' ha detto Janez Potocnik, Commissario UE per la Ricerca, durante una conferenza a Bruxelles nell'aprile del 2007.

All'inizio di quest'anno la Commissione ha adottato un codice di comportamento per una ricerca sulle nanotecnologie responsabile, che comprende sette principi generale per garantire che le nanotecnologie vengano sviluppate in modo sicuro. Tra le altre cose, questi principi includono inviti alla sostenibilità e alla cautela come anche alla responsabilità dei ricercatori e delle organizzazioni di ricerca.

Inoltre, i finanziamenti alla ricerca per la sicurezza delle nanotecnologie sono stati aumentati nel settimo Programma quadro (7°PQ) dell'UE, portando in primo piano i dati quantitativi sulla (eco)tossicologia e anche su test specifici per le nanotecnologie, esposizione e metodi di valutazione del rischio e metodologie per l'analisi del ciclo di vita. Il 7°PQ è diventato la più grande fonte di finanziamenti pubblici al mondo per le nanotecnologie, con un budget totale di 3,5 Mld EUR.

Gli esperti stimano che entro il 2014, circa il 15% del totale della produzione mondiale di prodotti industriali, del valore di 2600 Mld USD (1600 Mld EUR), conterrà delle nanotecnologie.

Paesi

Stati Uniti