Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un progetto per conoscere meglio le malattie che devastano le comunità africane

Mentre malattie ad alto profilo come malaria e tubercolosi tendono ad accaparrarsi la maggior parte della pubblicità e dei finanziamenti, una serie di malattie dimenticate, trasmissibili tra animali e umani (zoonosi), continuano a devastare le comunità in Africa, Asia e Americ...
Un progetto per conoscere meglio le malattie che devastano le comunità africane
Mentre malattie ad alto profilo come malaria e tubercolosi tendono ad accaparrarsi la maggior parte della pubblicità e dei finanziamenti, una serie di malattie dimenticate, trasmissibili tra animali e umani (zoonosi), continuano a devastare le comunità in Africa, Asia e America Latina. Un team internazionale di scienziati si sta occupando di questo problema in Africa da tutti i punti di vista: prevenzione, diagnosi, comprensione e sensibilizzazione.

Il progetto ICONZ ("Integrated control of neglected zoonoses: improving human health and animal production through scientific innovation and public engagement"), finanziato dall'UE, sta esaminando l'impatto di otto malattie: antrace, rabbia, brucellosi, TB bovina, tripanosmiasi zoonotica, echinococcosi, cisticercosi, leishmaniosi. Queste malattie costituiscono un rischio diretto per la salute umana e possono avere serie conseguenze sulla produttività del bestiame e quindi sui mezzi di sussistenza dei poveri.

Il progetto potrebbe avere un importante impatto perché aiuterebbe i paesi in via di sviluppo a implementare controlli efficaci delle zoonosi e sensibilizzerebbe l'opinione pubblica sui problemi causati da esse. Il team sta sviluppando nuove strategie pratiche, efficienti in termini di costi e sostenibili per tenere sotto controllo queste malattie.

Dopo aver mappato e riesaminato la ricerca condotta in precedenza sulle otto malattie, il team ha costruito un database unico in grado di fornire informazioni dettagliate sul luogo, l'oggetto e il tipo di ricerca attualmente in corso di svolgimento per queste otto zoonosi dimenticate. Hanno anche creato un inventario di tutti gli strumenti diagnostici per ognuna delle zoonosi dimenticate.

Una parte fondamentale del lavoro è stata l'analisi delle zoonosi in comunità in Mali, Marocco, Mozambico, Nigeria, Tanzania, Uganda e Zambia, che ha coinvolto custodi di bestiame, proprietari terrieri, pazienti, personale di servizio medico e veterinario e altri soggetti importanti.

Sono in corso di sviluppo quattro tipi di strategie che si rivolgeranno a diversi tipi di zoonosi dimenticate: zoonosi batteriche; malattie che colpiscono cani e piccoli ruminanti; zoonosi che colpiscono gli animali e zoonosi trasmesse da vettori.

Il team sta studiando anche gli atteggiamenti e le pratiche culturali, le questioni di genere e le conoscenze tradizionali. Come un dottore farebbe una diagnosi medica prima di raccomandare un piano di cura, il team di ICONZ intende fare una diagnosi didattica prima di proporre un piano d'intervento.

ICONZ ha identificato un fortissimo bisogno di costruire capacità nei sette paesi africani. Anche se tutte le istituzioni esaminate avevano svolto programmi di formazione su una o più delle zoonosi dimenticate negli ultimi cinque anni e avevano le strutture per accogliere e istruire gli studenti, è necessario un maggior sostegno. La maggior parte delle istituzioni si erano inoltre concentrate maggiormente sulla medicina veterinaria piuttosto che sulla salute umana. Il progetto insieme a un altro progetto finanziato dall'UE, OH-NEXTGEN, darà il suo contributo trasferendo conoscenze ai ricercatori africani.

Il progetto ha anche identificato un bisogno della presenza di più donne nella ricerca e nella politica dei paesi partner africani. In molte delle zone nelle quali si stanno svolgendo progetti pilota e casi di studio, sono stati invitati gruppi di donne del posto a contribuire alla loro progettazione e al loro svolgimento e a determinare i metodi più adatti per la comunicazione e la pubblicità.

I risultati di ICONZ e quelli di un altro progetto a esso collegato sul sostegno per le zoonosi dimenticate, ADVANZ, saranno a disposizione dei governi nazionali in modo che questi possano sviluppare politiche e assicurare l'impegno a livello nazionale. La partecipazione da parte di tutti i portatori di interesse, come i governi, i funzionari distrettuali e le autorità religiose dovrebbe assicurare che si ottenga un grande impatto e che le esigenze particolari di ogni comunità siano sostenute.

Il progetto è coordinato dall'Università di Edimburgo e ha ricevuto circa 6 milioni di euro in finanziamenti dell'UE. Ha avuto inizio nel 2009 e si concluderà nel 2014.

Fonte: Progetto ICONZ

Informazioni correlate