Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Stabilimenti integrati nelle comunità: la speranza di un futuro a basse emissioni di carbonio

Un progetto finanziato dall'UE, che mira a promuovere una produzione a basse emissioni di carbonio, ha appena distribuito i risultati di uno studio conoscitivo nelle comunità che circondano quattro importanti parchi industriali. L'obbiettivo dello studio, che ha coperto Spagna...
Stabilimenti integrati nelle comunità: la speranza di un futuro a basse emissioni di carbonio
Un progetto finanziato dall'UE, che mira a promuovere una produzione a basse emissioni di carbonio, ha appena distribuito i risultati di uno studio conoscitivo nelle comunità che circondano quattro importanti parchi industriali. L'obbiettivo dello studio, che ha coperto Spagna, Danimarca, Finlandia e Inghilterra, era quello di esaminare l'interazione tra i parchi e il loro ambiente circostante, e di identificare benefici, preoccupazioni e sfide percepiti.

Tra i risultati rilevanti vi è per le comunità locali un ritorno economico percepito conseguente al fatto di vivere vicino ai parchi industriali. Le comunità elencavano tariffe concorrenziali per elettricità e riscaldamento, oltre alla possibilità e alla disponibilità di strutture per lo sviluppo personale e la formazione. In termini di problemi, l'aria pulita e la salute erano identificati come possibili preoccupazioni, mentre il turismo e il valore delle proprietà non erano considerati delle priorità.

Questi risultati verranno immessi all'interno del resto del lavoro del progetto LOCIMAP ("Low Carbon Industrial Manufacturing Parks"), che dovrebbe concludersi alla fine del 2014. LOCIMAP ha ricevuto quasi 2 milioni di euro in finanziamenti UE. Avviato nel dicembre del 2012, il progetto è iniziato concentrandosi sugli obbiettivi relativi alla CO2 fissati per i parchi industriali, oltre che identificando i possibili risparmi di energia e nelle emissioni ottenibili mediante una migliore integrazione dei servizi.

Una parte rilevante del progetto è dedicata a osservare le possibilità tecnologiche e i possibili nuovi progetti degli stabilimenti. Inoltre, i parchi industriali e le comunità locali sono spesso altamente interdipendenti, con la comunità locale che potenzialmente trae beneficio da calore, energia e opportunità di lavoro. Il parco in cambio trae beneficio dall'avere accesso a una forza lavoro, infrastrutture e altre risorse. Una più stretta integrazione con la comunità locale può ulteriormente rafforzare queste sinergie.

Data questa stretta interazione, una parte importante del progetto è stata quindi quella di identificare gli aspetti socio economici più importanti coinvolti nella realizzazione di una migliore integrazione. Questo è il motivo per cui le indagini, come questa pubblicata in ottobre, e il continuo contatto con le comunità locali sono fondamentali per il progetto. Un importante risultato finale sarà un libro bianco con raccomandazioni ai produttori europei e ai responsabili delle politiche per garantire che parchi industriali e comunità locali si completino a vicenda.

Supportato da competenze tecniche ed economiche all'avanguardia, il progetto in sostanza identificherà le opzioni pratiche per l'Europa per creare una rivitalizzata base industriale a basse emissioni di carbonio. La parola chiave in tutto questo è integrazione: un'integrazione più stretta nei complessi manifatturieri in modo che possano operare con maggiore efficienza sia nell'uso dell'energia che dei materiali e con minori emissioni, e una migliore integrazione con le comunità.

Il team del progetto ritiene che il conseguimento di stabilimenti industriali integrati porterà benefici significativi al settore produttivo europeo, e spera che i risultati positivi annuncino uno spostamento verso una produzione completamente integrata. Nel progettare i siti integrati del futuro, LOCIMAP vuole vedere i partner industriali che identificano gruppi di processi produttivi complementari in aree quali fornitura e uso dell'energia, clienti o materie prime.

Solo dopo che si sarà ottenuto questo risultato, potrà iniziare l'integrazione di calore ed energia tra le unità di produzione e l'ottimizzazione delle emissioni di carbonio del sito nel suo complesso. Il lavoro futuro del progetto LOCIMAP si concentrerà su questo potenziale di integrazione, e su come usarlo nel migliore modo possibile.

Fonte: NEPIC

Informazioni correlate