Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

INTERREG II C: cooperazione per l'assetto territoriale

Di concerto con gli Stati membri la Commissione europea ha accettato una serie di 14 programmi da sostenere nel quadro dell'iniziativa comunitaria INTERREG II C a favore della cooperazione transnazionale nel campo dell'assetto territoriale.

La Sezione C dell'iniziativa INTERR...
Di concerto con gli Stati membri la Commissione europea ha accettato una serie di 14 programmi da sostenere nel quadro dell'iniziativa comunitaria INTERREG II C a favore della cooperazione transnazionale nel campo dell'assetto territoriale.

La Sezione C dell'iniziativa INTERREG, che si occupa dell'assetto territoriale ed è attiva dal luglio 1996, disporrà di una dotazione complessiva di 412,84 milioni di ECU. La Sezione C differisce dalla A (cooperazione transfrontaliera) in quanto copre un'area geografica più ampia ed è concentrata in modo specifico sull'assetto territoriale. Il suo scopo consiste nell'istituire una struttura di cooperazione transnazionale che accomuni le autorità locali, regionali e nazionali, ed affronti in particolare i problemi di gestione delle acque dovuti a inondazioni e siccità.

Nel corso del 1997 saranno approvati ufficialmente i 14 programmi seguenti:

- cooperazione transnazionale generale (120 milioni di ECU):
. Alpi mediterranee e italo-francesi;
. Europa sud-occidentale;
. litorale atlantico;
. aree metropolitane nelle zone centrali e nord-occidentali;
. regione del Mare del Nord;
. regione baltica;
. Adriatico, Danubio, Europa centrale e sud-orientale;

- prevenzione delle inondazioni (148 milioni di ECU):
. Reno-Mosa;
. Francia-Italia;
. Grecia-Bulgaria;

- prevenzione della siccità (114 milioni di ECU):
. Portogallo;
. Spagna;
. Italia;
. Grecia.


Fonte: Commissione europea, DG XVI

Informazioni correlate

Argomenti

Sviluppo regionale