Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

SEM 2000: chiarimento dei criteri di idoneità per i finanziamenti dai Fondi strutturali

Su iniziativa di Anita Gradin, Commissario per il Controllo finanziario, la Commissione europea ha adottato una proposta tesa a chiarire quali tipi di spese possano essere finanziate in parte dal bilancio dei Fondi strutturali dell'Unione europea (UE).

La decisione, adottata ...
Su iniziativa di Anita Gradin, Commissario per il Controllo finanziario, la Commissione europea ha adottato una proposta tesa a chiarire quali tipi di spese possano essere finanziate in parte dal bilancio dei Fondi strutturali dell'Unione europea (UE).

La decisione, adottata nel quadro del programma SEM 2000 (Sound and Efficient Financial Management - gestione finanziaria sana ed efficiente), contiene orientamenti dettagliati sui settori che si sono dimostrati particolarmente problematici al momento di prendere una decisione sull'ammissibilità del finanziamento di una voce di spesa. Ora questa difficoltà è stata rimossa poiché sia la Commissione sia gli Stati membri concordano con tali orientamenti.

"La decisione rappresenta un grande passo verso una migliore gestione finanziaria dell'UE", ha affermato il Commissario Anita Gradin, commentandone l'adozione. "La mancanza di orientamenti chiari circa le modalità di finanziamento nel quadro dei Fondi strutturali è stata motivo di grande preoccupazione sia per la Commissione che per gli Stati membri. Ora la Commissione ha definito e approvato gli orientamenti per oltre 20 settori problematici, come l'acquisto di terreni e beni immobili, spese finanziarie e bancarie, leasing e legalità degli impegni a livello degli Stati membri".

La decisione entrerà in vigore dal 1° maggio 1997 e sarà quindi vincolante in tutti gli Stati membri.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce