Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Competitività delle industrie europee nei settori della tecnologia dell'informazione e delle comunicazioni

Su iniziativa di Martin Bangemann, Commissario per gli Affari industriali, la Commissione europea ha adottato una comunicazione sulla competitività delle industrie europee nei settori della tecnologia dell'informazione e delle comunicazioni.

Il documento s'inizia con un'anali...
Su iniziativa di Martin Bangemann, Commissario per gli Affari industriali, la Commissione europea ha adottato una comunicazione sulla competitività delle industrie europee nei settori della tecnologia dell'informazione e delle comunicazioni.

Il documento s'inizia con un'analisi dell'industria e delle sfide che essa affronta e quindi passa a proporre azioni che le industrie stesse, gli Stati membri e la Comunità dovrebbero intraprendere per aumentare la competitività delle industrie e del loro ambiente commerciale. Queste azioni si pongono come aggiunta e complemento a diverse iniziative già in atto quali il processo di liberalizzazione delle telecomunicazioni, il piano d'azione della Società dell'informazione e le recenti iniziative sul commercio elettronico.

Tra le azioni proposte nel settore delle comunicazioni troviamo:

- migliorare la concorrenza globale grazie all abolizione completa delle tariffe commerciali su tutti i prodotti TI e lavorare per eliminare le barriere non tariffarie;
- migliorare il processo di sviluppo delle norme, coinvolgendo il più possibile i produttori europei;
- sfruttare il potenziale dato dall'ampliamento dell'UE promuovendo la cooperazione e incanalando le opportunità offerte dai mercati dell'Europa centrale e orientale;
- accelerare l'applicazione e promuovere la consapevolezza delle nuove tecnologie;
- facilitare la creazione di PMI, in particolare nei settori dei software e dei contenuti multimediali;
- concentrare l'attenzione sull'aggiornamento della manodopera specializzata al fine di migliorare il rendimento industriale e le opportunità di lavoro;
- incoraggiare l'uso di parametri di riferimento in quanto strumenti per identificare le debolezze e migliorare la competitività.

Lo scopo della comunicazione è di reagire alla situazione delle industrie TIC europee, che hanno un tasso di crescita più lento di quelle dei sistemi economici statunitensi e asiatici. La quota europea del mercato mondiale TI è in diminuzione, essendo passata dal 35% del 1990 all'attuale 28% e anche la bilancia commerciale europea del settore fa registrare un peggioramento.

La Commissione, facendo seguito al dibattito relativo a questa comunicazione e operando in stretta collaborazione con gli Stati membri e con l'industria, intende avviare una serie di azioni specifiche e un programma per la loro attuazione, nonché istituire un meccanismo per la valutazione periodica dei risultati.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce