Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Iniziativa a favore della ricerca agraria in materia di sviluppo

La Commissione europea ha adottato una comunicazione circa l'iniziativa europea a favore della ricerca agraria in materia di sviluppo (EIARD). In essa sono descritte l'istituzione e l'organizzazione dell'EIARD, le sue funzioni e le sue attività.

L'EIARD è stata presentata al ...
La Commissione europea ha adottato una comunicazione circa l'iniziativa europea a favore della ricerca agraria in materia di sviluppo (EIARD). In essa sono descritte l'istituzione e l'organizzazione dell'EIARD, le sue funzioni e le sue attività.

L'EIARD è stata presentata al Consiglio della Ricerca nel 1995 e nell'ottobre 1995 si è svolta la prima riunione del gruppo di coordinamento europeo (GCE). Il GCE è formato dai rappresentanti di ciascuno dei 18 partner dell'EIARD (i 15 Stati membri dell'UE, la Commissione, la Norvegia e la Svizzera) ed ha una funzione di coordinamento e di esame delle attività in materia di politica di ricerca e sviluppo intraprese dai partecipanti all'iniziativa.

L'EIARD è volta ad incrementare l'impatto degli investimenti dei partner attraverso un migliore coordinamento a livello politico ed operativo. La ricerca agraria in materia di sviluppo è finalizzata ad aumentare la sicurezza alimentare e ad alleviare la povertà tutelando l'ambiente. Tra gli esempi di attività svolte nell'ambito dell'iniziativa si notino l'introduzione di un sistema d'informazione (EIARD-InfoSys) e l'effettuazione di uno studio esplorativo di vasta portata sullo sviluppo dei piani d'azione.

La Commissione invita il Consiglio a riconoscere il ruolo dell'EIARD ed i suoi metodi di cooperazione volontaria, e ad accettare d'inserire le raccomandazioni dell'iniziativa nella stesura della politica UE in materia. Sollecita inoltre il Consiglio a farsi carico del prosieguo dell'iniziativa, incoraggiando la partecipazione della Commissione agli interessi comunitari.


Fonte: Commissione europea, Segretariato generale