Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Studio transregionale di applicazioni telematiche

E' stato recentemente pubblicato uno studio intitolato "Opzioni di cooperazione interregionale nel trasferimento e nella personalizzazione delle applicazioni telematiche", effettuato per incarico della Commissione europea.

L'intento era di analizzare e definire le procedure d...
E' stato recentemente pubblicato uno studio intitolato "Opzioni di cooperazione interregionale nel trasferimento e nella personalizzazione delle applicazioni telematiche", effettuato per incarico della Commissione europea.

L'intento era di analizzare e definire le procedure di trasferimento transregionale di applicazioni telematiche per trarne alcuni insegnamenti per una possibile collaborazione a livello comunitario. Dopo aver selezionato le applicazioni che potrebbero essere trasferite con successo in tre paesi (Spagna, Francia, Italia), l'organizzazione incaricata dello studio ha potuto identificare talune regioni, possibili destinatarie di tali applicazioni e, in alcuni casi, attuare progetti pilota di trasferimento.

Lo studio ha permesso di identificare quattro aspetti da tenere in considerazione per trasferire con successo le applicazioni. Si tratta di quanto segue:

- la catena di competenze necessaria per l'ideazione e l'installazione di applicazioni telematiche deve coprire tutti gli aspetti - finanziario, tecnico, organizzativo e funzionale;
- etica del trasferimento, riferita al trasferimento di applicazioni a costi marginali, con un trasferimento contemporaneo di competenze e di know-how;
- gli obiettivi del trasferimento possono variare e sono pertanto necessari diversi generi di azioni di supporto;
- I partecipanti implicati nel trasferimento devono essere adatti agli obiettivi di questo ed al contesto dell'applicazione.

Lo studio si chiude suggerendo di includere, eventualmente, il trasferimento di applicazioni nella politica di sviluppo regionale o in una politica industriale volta ad aprire nuovi mercati. Evidenzia però che la politica di trasferimento dovrebbe essere considerata separatamente dalla politica di sviluppo e che ciascun caso andrebbe esaminato singolarmente.


Fonte: Commissione europea, ISPO

Informazioni correlate

Programmi