Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Verso un mercato di massa delle comunicazioni mobili multimediali

La Commissione europea ha adottato una comunicazione sugli aspetti che influenzano l'ulteriore sviluppo delle comunicazioni mobili e senza filo in Europa. La comunicazione intende offrire una visione d'insieme dei progressi ottenuti a partire dal Libro verde sulle comunicazion...
La Commissione europea ha adottato una comunicazione sugli aspetti che influenzano l'ulteriore sviluppo delle comunicazioni mobili e senza filo in Europa. La comunicazione intende offrire una visione d'insieme dei progressi ottenuti a partire dal Libro verde sulle comunicazioni mobili e personali, edito nel 1994, ed esamina la direzione futura delle comunicazioni mobili e senza filo.

L'ambiente nel quale si muove la comunicazione è caratterizzato dai seguenti fattori: il successo di mercato registrato, a livello comunitario e mondiale, dallo standard GSM e dai servizi di comunicazione digitale connessi; l'aumentato utilizzo delle comunicazioni mobili per collegare tra loro i computer e per accedere a Internet; lo sviluppo di sistemi di comunicazione personali basati su satelliti; il notevole progresso normativo effettuato verso la piena apertura dei mercati delle comunicazioni alla concorrenza, che nella maggior parte degli Stati membri si avrà a partire dal 1° gennaio 1998, e la favorevole conclusione dell'accordo in sede OMC sulle telecomunicazioni di base.

Lavorando su questi sviluppi attuali, l'industria delle comunicazioni sta elaborando una visione strategica della prossima generazione di sistemi mobili digitali noti in Europa con la denominazione di Sistema universale di telecomunicazioni mobili (UMTS - Universal Mobile Telecommunications System). Onde formulare risposte in merito alla regolamentazione, alle frequenze e alla normalizzazione, sia a livello nazionale che europeo, occorre prendere in esame nei dettagli i concetti del servizio futuro e delle esigenze degli utenti futuri.

Il settore, grazie alla sua prevista crescita elevata, offrirà notevoli opportunità di mercato e di esportazione e avrà anche un forte impatto sul rendimento economico generale e sulla società in Europa. Riveste una notevole importanza, di conseguenza, l'interesse politico nei confronti dello sviluppo di questa "Società dell'informazione senza filo". La comunicazione sollecita risposte ad alcune domande chiave:

- è questo il momento opportuno per definire una strategia per introdurre l'UMTS o un'azione di regolamentazione è ancora prematura?
- il concetto di UMTS o di comunicazioni mobili di terza generazione rappresenta una visione comune in Europa? Si tratterà di un'unica tecnologia nuova o di una serie di soluzioni interoperabili basate su tecnologie diverse?
- quale dev'essere il rispettivo ruolo del settore privato e di quello pubblico nel periodo di transizione verso l'UMTS?
- che impatto può avere l'UMTS sulla competitività dell'industria europea?
- come fare in modo che i più ampi interessi sociali e della società vengano garantiti nello sviluppo della "Società dell'informazione senza filo"?

In base alla risposta data alla comunicazione, laddove opportuno, la Commissione proporrà misure per sviluppare una politica comunitaria sulle tecnologie delle comunicazioni mobili.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce

Informazioni correlate