Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Perfezionare il mercato unico

La Commissione europea ha adottato un piano d'azione per perfezionare il mercato unico, che verrà presentato al Consiglio europeo che si terrà ad Amsterdam il 16 e il 17 giugno 1997.

L'obiettivo del piano d'azione è garantire un rinnovato impegno politico da parte degli Stati...
La Commissione europea ha adottato un piano d'azione per perfezionare il mercato unico, che verrà presentato al Consiglio europeo che si terrà ad Amsterdam il 16 e il 17 giugno 1997.

L'obiettivo del piano d'azione è garantire un rinnovato impegno politico da parte degli Stati membri, onde stabilire le misure necessarie perché il mercato unico funzioni completamente entro il 1° gennaio 1999, data in cui verrà introdotta l'Euro. Il perfezionamento del mercato unico risulta una parte importante del patto di confidenza per l'occupazione. Nel piano d'azione sono stati indicati quattro obiettivi strategici:

- rendere più efficaci le norme;
- affrontare le principali distorsioni di mercato;
- eliminare gli ostacoli all'integrazione del mercato;
- attuare un mercato unico a vantaggio di tutti i cittadini.

Il piano d'azione raggruppa in tre fasi le altre misure necessarie. In primo luogo le azioni che non richiedono ulteriori attività legislativa a livello europeo. In questa fase è compresa la trasposizione completa della legislazione esistente che garantisce la completa attuazione delle misure di liberalizzazione e migliora l'accesso all'informazione relativa al mercato unico. La seconda fase riveste le azioni che sono già state proposte dalla Commissione, ma per le quali il Parlamento ed il Consiglio al momento non hanno ancora completato l'iter legislativo, ci riferiamo qui alle direttive proposte in materia di protezione delle invenzioni biotecnologiche e lo statuto europeo delle società proposto.

La terza fase comprende le misure nei settori in cui la Commissione, al momento, non ha ancora avanzato delle proposte, oppure ove l'avanzamento di proposte esistenti potrebbe risultare difficile. La Commissione si impegna a portare avanti alcune delle proposte per azioni entro la fine del 1997, in settori quali il diritto d'autore e i diritti collegati nella società dell'informazione, firme digitali, e fusioni transfrontaliere. I settori nei quali sono già state avanzate delle proposte ma dove risulta difficile raggiungere l'accordo comprendono la ristrutturazione del quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici e l'abolizione dei controlli doganali.

La versione finale del piano d'azione, adottata il 4 giugno 1997, tiene conto dei commenti degli Stati membri e delle altre parti interessate, pervenuti in seguito alla pubblicazione della bozza di piano d'azione avvenuta ad aprile.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce

Informazioni correlate