Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Sfida europea all'occupazione

La Commissione europea ha lanciato un concorso studiato per evidenziare le conquiste dei progetti cofinanziati dai Fondi strutturali della Comunità per la creazione di posti di lavoro.

La gara è stata lanciata dal Commissario responsabile delle politiche regionali, Monika Wul...
La Commissione europea ha lanciato un concorso studiato per evidenziare le conquiste dei progetti cofinanziati dai Fondi strutturali della Comunità per la creazione di posti di lavoro.

La gara è stata lanciata dal Commissario responsabile delle politiche regionali, Monika Wulf-Mathies, l'11 giugno 1997. E' rivolto alle regioni o alle aree aventi i requisiti per ricevere assistenza in seno all'Obiettivo 2 dei Fondi strutturali (aree di declino industriale bisognose di riconversione). Tutti i progetti patrocinati sin dal 1989 dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (ERDF) o dal Fondo sociale europeo (ESF) sono idonee per entrare nella sfida.

La Commissione ha valutato che i progetti dei Fondi strutturali nel periodo dal 1993 al 1999 avranno creato oltre 650.000 posti di lavoro a tempo indeterminato. Complessivamente, nel decennio dal 1989 al 1999 saranno investiti più di 20 miliardi di ECU in settori rientranti nell'obiettivo 2 in tutti gli Stati membri, eccezione fatta per l'Irlanda, la Grecia e il Portogallo.

Obiettivo della gara è di trovare i progetti che hanno ottenuto maggiore successo in termini di creazione di posti di lavoro permanenti e che danno soddisfazione. I progetti che si saranno rivelati avere più successo saranno inglobati in una raccolta di storie di successo, ed i responsabili del progetto potranno fare visita ad altre aree dell'Obiettivo 2 per illustrare il proprio approccio ai progetti e condividere le proprie esperienze.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce