Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni - posizione della Comunità

La Commissione europea ha adottato una comunicazione relativa all'imminente Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni che si terrà a Ginevra nei mesi di ottobre e novembre 1997.

La Commissione desidera assicurare che gli Stati membri sono in grado di elaborare una posizion...
La Commissione europea ha adottato una comunicazione relativa all'imminente Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni che si terrà a Ginevra nei mesi di ottobre e novembre 1997.

La Commissione desidera assicurare che gli Stati membri sono in grado di elaborare una posizione comune e che la Comunità è più coinvolta nel processo, relativamente alla Conferenza. La Conferenza è il principale forum per la pianificazione e l'assegnazione delle scarse bande di frequenza radio. Le Conferenze mondiali delle radiocomunicazioni, organizzate ogni due anni sotto gli auspici dell'Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT), si occupano principalmente degli aspetti tecnici legati all'assegnazione delle bande di frequenza. Tali decisioni, prese in seno alla Conferenza, hanno spesso implicazioni che vanno al di là dei meri aspetti politici, allargandosi alle questioni di regolamentazione e di scambi commerciali.

Attualmente, gli Stati membri elaborano le posizioni prima della Conferenza nel gruppo preparatorio (CPG). La Commissione propone che la Comunità sia più inserita in questo processo. In particolare il coinvolgimento della Comunità consentirebbe di ottenere una migliore reattività alle offerte dell'ultimo momento avanzate dai paesi terzi durante la Conferenza. Il coinvolgimento della Comunità a questo livello garantirebbe anche che le posizioni degli Stati membri siano allineate appieno con le politiche e la legislazione comunitaria. La Commissione si occupa anche di assicurare che l'industria sia più coinvolta, in particolare nelle fasi preparatorie, in modo tale da garantire che le posizioni della Comunità siano compatibili con l'industria europea.

Tra gli argomenti che la Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni 1997 dovrà trattare vi sono:

- i servizi satellitari mobili e fissi;
- la semplificazione dei regolamenti ITU;
- le norme applicabili ai servizi di radiodiffusione;
- le modifiche delle tabelle di attribuzione delle bande di frequenza per specifici servizi scientifici e marittimi;
- il dibattito sull'attribuzione dello spettro al di sopra dei 30GHz alle applicazioni ad alta densità.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce

Argomenti

Telecomunicazioni