Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La Commissione preme per un trasporto merci più efficiente

La Commissione europea ha adottato recentemente due comunicazioni tese a incoraggiare, in Europa, un trasporto merci più efficiente e rispettoso dell'ambiente.

La prima comunicazione si fonda sulla proposta di reti ferroviarie transeuropee preferenziali per il trasporto merci...
La Commissione europea ha adottato recentemente due comunicazioni tese a incoraggiare, in Europa, un trasporto merci più efficiente e rispettoso dell'ambiente.

La prima comunicazione si fonda sulla proposta di reti ferroviarie transeuropee preferenziali per il trasporto merci, esposta nel Libro bianco su una strategia per la rivitalizzazione delle ferrovie comunitarie, pubblicato nel novembre 1996. Poiché i Ministri dei trasporti hanno accolto con favore l'idea di creare diversi itinerari transfrontalieri per incoraggiare il movimento di merci su ferrovia, la Commissione ha svolto un lavoro ulteriore finalizzato a mettere in pratica tali reti preferenziali.

L'istituzione di reti ferroviarie preferenziali per il trasporto merci richiederà interventi, in campo regolamentare, in due settori principali volti a:

- garantire un accesso aperto a tutti i gestori, sia nuovi che di imprese ferroviarie esistenti;
- facilitare e semplificare l'uso del sistema dell'infrastruttura ferroviaria (per esempio istituendo punti di accesso unici a tali reti, nonché sistemi di tassazione trasparenti, garantendo che l'assegnazione del percorso sia veloce e semplice, cercando di assicurare un'adeguata priorità ai trasporti merci e di ridurre o eliminare i ritardi ai confini).

La seconda comunicazione mira allo sviluppo del trasporto merci intermodale. Lo scopo della Commissione è di incoraggiare un approccio nel quale i sistemi integrati intermodali di trasporto forniscano un servizio porta a porta. In tal modo può essere raggiunto l'equilibrio ottimale fra il trasporto su strada a livello locale e i modi di trasporto per le lunghe distanze più efficienti e rispettosi dell'ambiente. Per garantire la massima efficienza occorre anche sviluppare applicazioni di tecnologia dell'informazione indipendenti dal modo di trasporto dedicate alla gestione del trasporto merci intermodale.

La comunicazione mette in evidenza quattro azioni chiave per lo sviluppo del trasporto intermodale:

- infrastrutture integrate e mezzi di trasporto:
. intensificazione del progetto intermodale delle reti di trasporto transeuropee;
. migliore progettazione e funzioni dei punti di trasferimento intermodali;
. armonizzazione di norme per i mezzi di trasporto;

- operazioni interconnesse ed interoperabili:
. integrazione di reti preferenziali per il trasporto merci in un contesto intermodale;
. sviluppo di principi comuni di prezzi e tassazione;
. armonizzazione delle regole di concorrenza e del regime degli aiuti statali su base intermodale;

- servizi e regolamentazioni indipendenti dal modo:
. armonizzazione e normalizzazione di procedure ed EDI;
. responsabilità intermodale;
. ricerca e dimostrazione;
. uso di parametri di riferimento;
. statistiche intermodali.


Fonte: Commissione europea, Segretariato generale

Informazioni correlate

Argomenti

Trasporti