Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Metodologia europea per la qualificazione dei controlli

La rete europea di qualificazione dei controlli (ENIQ) ha adottato nel febbraio 1997 la seconda versione della "Metodologia europea per la qualificazione degli NDT", che contiene taluni principi di carattere generale sul modo di effettuare la qualificazione dei controlli per i...
La rete europea di qualificazione dei controlli (ENIQ) ha adottato nel febbraio 1997 la seconda versione della "Metodologia europea per la qualificazione degli NDT", che contiene taluni principi di carattere generale sul modo di effettuare la qualificazione dei controlli per il controllo non distruttivo (NDT) nell'Unione europea.

La metodologia ENIQ consiste in un accordo su un documento di posizione in merito adottato dagli organismi di regolamentazione. Questo significa non soltanto che esiste un accordo tra i servizi sui principi generali della qualificazione dei controlli, ma che l'accordo esiste anche tra i servizi e gli organismi di regolamentazione. Si tratta di un importante passo avanti in direzione dell'armonizzazione della qualificazione dei controlli all'interno dell'UE.

La rete ENIQ è formata da operatori delle centrali nucleari dei paesi dell'UE (nonché della Svizzera). Oltre ai servizi, che delegano i membri del comitato direttivo ENIQ con diritto di voto, partecipano anche altre organizzazioni di grande competenza: costruttori di impianti, società di ingegneria, venditori di servizi ed istituti di ricerca e sviluppo. L'agente operatore e laboratorio di riferimento della rete è l'Istituto dei materiali avanzati (CCR-Petten).


Fonte: Istituto dei materiali avanzati