Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Studio dei codici e delle norme dei reattori ad acqua in pressione (VVER) e requisiti supplementari di omologazione

La DG XI della Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare offerte per la compilazione di uno studio dei codici e delle norme dei reattori ad acqua in pressione (VVER) e requisiti supplementari di omologazione in Russia e in altri paesi europei.

L'obiettivo dello studio è la compilazione di un inventario dettagliato dei requisiti del codice di progettazione in Russia e in altri paesi europei che utilizzano reattori ad acqua in pressione (VVER). Lo studio, inoltre, prenderà in esame le legislazioni nazionali e i requisiti di omologazione che mirano a garantire la sicurezza e l'integrità strutturale delle centrali nucleari. Lo studio fornirà raccomandazioni in merito a una metodologia comparativa dei requisiti nazionali, al fine di valutare il potenziale per raggiungere una maggiore armonizzazione o convergenza dei requisiti di integrità strutturale tra la Russia e i paesi dell'Europa orientale e occidentale.

Saranno trattati i seguenti temi:

- identificazione dei requisiti nazionali russi ed europei per l'integrità strutturale dei reattori ad acqua in pressione (VVER) di progettazione russa per i componenti del circuito di raffreddamento primario o principale:
. a) requisiti regolamentari, compresi criteri supplementari per l'omologazione della costruzione e della gestione di centrali nucleari;
. b) codici e norme nucleari già in vigore o in fase di elaborazione;
. c) codici e norme industriali (non nucleari) a supporto dei punti a) e b) di cui sopra;

- valutazione dello stato di sviluppo delle procedure russe, in particolare per l'identificazione delle metodologie occidentali che sono state assimilate ai requisiti nazionali;

- raccomandazioni per quanto attiene alla metodologia in vista di un confronto dei requisiti nazionali, che identifichino le equivalenze e le differenze, al fine di valutare il potenziale per il raggiungimento di una maggiore armonizzazione o convergenza tra la Russia e i paesi dell'Europa orientale e occidentale.

Lo studio dovrà essere ultimato entro 18 mesi dalla firma del contratto.

Informazioni correlate

Paesi

  • Grecia

Argomenti

Fissione nucleare