Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Curve di riferimento unificate relative alla resistenza alle rotture per i componenti in acciaio del contenitore di reattore pressurizzato

La DG XI della Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare offerte per l'esecuzione di uno studio sulle curve di riferimento unificate relative alla resistenza alle rotture per i componenti in acciaio del contenitore di reattore pressurizzato.

L'obiettivo dell'attività è di paragonare i codici di riferimento relativi alle rotture del contenitore pressurizzato dei reattori ad acqua leggera (LWR), compresi i reattori ad acqua in pressione (VVER), ubicati nell'Est e nell'Ovest, utilizzando metodi di analisi statistici, nonché di stabilire ugualmente la base per un nuovo approccio di riferimento unificato riguardante la resistenza alle rotture, in vista della futura armonizzazione dei codici.

Dovranno essere trattati i temi seguenti:

- a) identificazione delle metodologie di supporto relative agli approcci nei confronti delle fessurazioni iniziali e relativo arresto, secondo i codici di valutazione di sicurezza strutturale dell'Est e dell'Ovest;
- b) raccolta di tutti i dati originali disponibili relativi a test secondari, precedentemente utilizzati per l'arresto delle rotture e per le curve di resistenza delle rotture, comprese le informazioni sui test e sui metodi analitici;
- c) tecniche all'avanguardia in forma di piccoli campioni per la determinazione della resistenza alle rotture Kic e Kin;
- d) rivalutazione delle curve di riferimento di resistenza alle rotture (specificatamente, il limite inferiore per questa curva di riferimento scaturirà dall'applicazione dell'analisi statistica dei dati);
- e) confronto, dal punto di vista statistico, delle curve di riferimento di resistenza alle rotture con le procedure dell'Est e dell'Ovest attualmente in vigore, definendo un livello di equa affidabilità fra tali procedure;
- f) convalida, dal punto di vista statistico, della procedura basata sui dati materiali raccolti in occasione di altri progetti;
- g) avvio della nuova procedura in una forma adeguata in vista della codificazione.

Lo studio dovrà essere ultimato entro 24 mesi dalla firma del contratto. Gli offerenti devono dimostrare la loro esperienza riguardo alle specifiche dei materiali, alle procedure di prova sui materiali del contenitore di reattore pressurizzato delle centrali nucleari, ai codici e alle norme applicabili, nonché alle problematiche relative alla sicurezza dei componenti.

Argomenti

Fissione nucleare