Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

CORDIS lancia una nuova Home Page per la task force Intermodalità di trasporto

CORDIS, il servizio di informazioni della Comunità europea sulla ricerca e sviluppo, ha lanciato una nuova Home Page sul World Wide Web dedicata alla task force Intermodalità di trasporto.

La task force Intermodalità di trasporto è stata istituita nel 1995 dalla Commissione, ...
CORDIS, il servizio di informazioni della Comunità europea sulla ricerca e sviluppo, ha lanciato una nuova Home Page sul World Wide Web dedicata alla task force Intermodalità di trasporto.

La task force Intermodalità di trasporto è stata istituita nel 1995 dalla Commissione, insieme ad altre sette task force, al fine di migliorare il coordinamento e concentrare la ricerca in aree prioritarie nel settore dell'intermodalità di trasporto. In particolare, l'intento era di aumentare la cooperazione tra le diverse Unità della Commissione che gestiscono le attività di ricerca nel settore dell'intermodalità di trasporto.

La task force ha stilato un inventario di progetti attualmente in esecuzione o già completati, comprendente tutti i progetti a livello di UE e alcuni a livello nazionale. A seguito di tale iniziativa, la Commissione ha avviato ampie consultazioni tra esperti tecnici del settore al fine di determinare aree prioritarie nelle quali concentrare la R&S nello specifico settore. In una relazione pubblicata nel settembre 1996 sono state individuate sei priorità, tutte proiettate nel nuovo millennio:

- Terminal merci intermodali;
- Reti merci intermodali;
- Città dei trasporti;
- Viaggiatori intermodali;
- Intercambio passeggeri;
- Studi di ricerca e attività di sostegno.

Nell'ambito dell'impegno per creare sinergie tra i progetti, la task force ha individuato 52 progetti di RST, in atto nel quadro di vari programmi di ricerca, che rientrano nei settori prioritari. Un incontro generale di gruppo si è tenuto nel marzo 1997 e gruppi non ufficiali in settori specifici si sono riuniti a cadenze regolari.

Anche in conseguenza del lavoro della task force, nel maggio 1997 la Commissione ha adottato una comunicazione sul trasporto merci intermodale. Tale documento politico propugna un sistema di trasporto intermodale che incoraggi la cooperazione fra le modalità di trasporto e favorisca la concorrenza tra i vari gestori. Esso contiene un piano d'azione volto allo sviluppo di sistemi integrati di trasporto efficienti e orientati al cliente.

Sulla scia dell'accordo sull'integrazione finanziaria al Quarto programma quadro, ancora da definire, nei prossimi mesi la task force spera di lanciare un invito a presentare proposte. Tale invito riguarderà progetti di RST che dimostrino la competitività e l'attrattiva del trasporto intermodale, merci e passeggeri. probabile che l'invito riguardi i cinque temi seguenti:

- dimostrazione dell'attrattiva e della competitività del trasporto merci intermodale sulle medie e brevi distanze;
- dimostrazione di nuove idee per la distribuzione delle merci nelle aree metropolitane nelle fasi prefinali o finali di una tratta di trasporto intermodale;
- dimostrazione di nuove idee e tecnologie per migliorare il trasporto passeggeri intermodale tra città, nell'ambito di una catena porta a porta;
- dimostrazione di nuove idee e tecnologie per migliorare il trasporto passeggeri intermodale all'interno dei centri urbani;
- azioni orizzontali e di sostegno per promuovere l'integrazione funzionale e l'interoperabilità di servizi fra le modalità di trasporto.

La Home Page contiene informazioni aggiornate su tutti gli aspetti dell'attività della task force. Contiene anche copie delle relazioni della task force, informazioni particolareggiate sui progetti in atto nel settore e dettagli sui contatti per ottenere maggiori informazioni.


Fonte: CORDIS Information Collection Unit

Informazioni correlate

Programmi