Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Innovazione nell'industria chimica europea

Il sistema europeo per il controllo dell'innovazione (EIMS) ha pubblicato una relazione sulla "Innovazione nell'industria chimica europea".

L'industria chimica europea è il terzo settore produttivo in ordine di grandezza e produce una gamma svariata di prodotti in condizioni ...
Il sistema europeo per il controllo dell'innovazione (EIMS) ha pubblicato una relazione sulla "Innovazione nell'industria chimica europea".

L'industria chimica europea è il terzo settore produttivo in ordine di grandezza e produce una gamma svariata di prodotti in condizioni tecniche e scientifiche diverse e con diversi obiettivi di RST. Per esaminare le tendenze dell'innovazione e le strategie aziendali nel settore chimico europeo lo studio ricorre a due metodi. Il primo si basa sull'analisi di 1.299 innovazioni descritte nella relazione annuale di nove delle 15 maggiori industrie chimiche europee tra il 1984 ed il 1993; il secondo si basa sull'analisi dei risultati del panorama dell'innovazione comunitaria (CIS) relativi alle industrie chimiche.

Nella relazione si afferma la diversità dell'industria chimica da altri settori industriali, dovuta soprattutto all'eterogeneità dei suoi prodotti. Ne consegue che le singole linee di prodotti sono soggette a condizioni tecnico scientifiche completamente diverse ed a differenti situazioni di RST. Il 36% della domanda di sostanze chimiche, si evidenzia, proviene dalla stessa industria chimica; altri consumatori importanti sono i costruttori automobilistici, l'edilizia e le industrie agrarie.

La relazione descrive le tendenze innovative che il settore chimico ha conosciuto negli anni Ottanta e Novanta. Risulta particolarmente degno di nota il vistoso calo delle innovazioni (290 innovazioni riferite nel 1984/85 e 202 riferite nel 1992/93), che potrebbe essere imputato all'importante crisi dei primi anni Novanta oppure essere un indicatore della crescente difficoltà incontrata da quest'industria nel produrre innovazioni.

Nella relazione sono descritte le tendenze in direzione di una cooperazione strategica, l'impatto della mondializzazione e gli obiettivi dell'innovazione. I fattori che ostacolano l'innovazione sono analizzati piuttosto a fondo, per paese e per comparto dell'industria chimica. L'industria chimica cita quattro ragioni per la scarsità di innovazione in Europa:

- eccessiva regolamentazione di tutte le aree che riguardano RST;
- incentivi all'innovazione troppo deboli;
- la politica relativa agli appalti pubblici non stimola l'innovazione;
- accettazione sociale insufficiente per molte politiche di RST.

La valutazione effettuata mette in rilievo in questo settore diverse tendenze relative all'innovazione, che raggiunge il massimo livello in prodotti chimici speciali, rivestimenti e plastiche. Tra le altre tendenze che il CIS ha messo in luce vi sono: l'importanza della guida del costo, soprattutto per le sostanze chimiche di base; l'importanza della cooperazione in materia di RST; l'effetto di una strategia di esportazione sulla necessità di ridurre i costi degli innovatori di processo.


Fonte: Commissione europea, DG XIII

Informazioni correlate

Programmi