Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Bando di gara per ricerche sull'acqua (BRITE/EURAM e Ambiente e clima)

La Commissione europea, DG XII, ha pubblicato un invito a presentare proposte per attività di ricerca nel settore delle acque in seno ai programmi specifici di RST per tecnologie industriali e tecnologie dei materiali (BRITE/EURAM) e per ambiente e clima.

Gli obiettivi e le attività di ricerca, tecnologiche e di dimostrazione nell'ambito del presente bando devono rientrare nell'obiettivo del programma BRITE/EURAM o del programma di lavoro ambiente e clima. In particolare, le attività devono mirare a sviluppare una gestione e un utilizzo delle acque più efficiente e efficace dal punto di vista dei costi, che porti a soluzioni pratiche per ridurre il sovraconsumo e per combattere la diffusione delle principali sostanze inquinanti, contribuendo così alla tutela della salute umana e dei sistemi acquatici. La ricerca raccoglierà esperienze scientifiche, tecnologiche, ecologiche, metodologiche e socio-economiche collegate alla gestione e all'utilizzo delle acque.

Si propone di attuare gli argomenti di RST prioritari, tramite un limitato numero di azioni pluridisciplinari su scala relativamente ampia, in ciascuno dei due programmi coinvolti:

tecnologie industriali e tecnologie dei materiali:

- studio, progettazione, sistemi produttivi e gestione delle risorse umane: sperimentazione di trattamenti "in loco" e riutilizzo di processi ad acqua intensiva, comprese le tecnologie a "ciclo chiuso", che comportano economie nell'utilizzo di acqua e nella prevenzione da agenti inquinanti, in particolare:

. promuovere processi industriali efficaci dal punto di vista dell'utilizzo dell'acqua, tramite lo sviluppo di tecnologie integrate a ciclo chiuso che consentono:
. (a) il trattamento in loco delle acque, il riciclo e il riutilizzo in e tra processi industriali e;
. (b) l'integrazione pluridisciplinare di nuove tecnologie, quali le tecniche avanzate di separazione ed i dispositivi affidabili di controllo a più sensori ed i sistemi di controllo on-line;

Le proposte dovranno portare verso nuovi processi industriali e potranno comprendere ricerca in materia di prenormativa, per stabilire i criteri qualitativi per promuovere l'armonizzazione delle misurazioni e dei metodi di prova.

Ambiente e clima:

- l'ambiente naturale, le qualità ambientali e il cambiamento globale: ricerca strategica sui metodi di analisi sull'impatto dell'utilizzo/dell'inquinamento che portano a modelli e strumenti per una gestione sostenibile delle acque, in particolare:

. (a) sviluppo di sistemi di preallarme, per la presenza di agenti patogeni, tossine di alghe e composti disgreganti endocrini nell'acqua di superficie e sotterranea. Saranno presi in esame i biosensori necessari e la valutazione della qualità delle acque;
. (b) valutazione delle risorse idriche di superficie e sotterranee a livello della captazione delle acque tenendo conto delle interazioni tra il cambiamento climatico, gli eventi estremi e le attività antropogeniche, in particolare, tramite analisi comparative di serie di dati rappresentativi disponibili e combinazione di modelli di risorse idriche integrati;

- la dimensione umana del cambiamento climatico: ricerca nella valutazione economica degli investimenti per trattamento "in loco", riutilizzo e conservazione delle acque, in particolare:

. determinazione dei fattori economici, societari e istituzionali che determinano la gestione delle acque e la richiesta, ad esempio il benchmarking, gli strumenti economici, i metodi di stima e di valutazione, ecc.

I soggetti idonei sono invitati a sottoporre proposte per attività di ricerca che rientrano nell'obiettivo del bando. Il bando è aperto alla partecipazione di organizzazioni provenienti dai paesi terzi dell'Europa e dalla ex-Unione Sovietica, e per tali organizzazioni sussiste la possibilità di un aiuto finanziario. La partecipazione al programma ambiente e clima è anche aperta ai paesi in via di sviluppo.

Informazioni correlate