Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Prospettive dell'energia dalle biomasse nell'Unione europea

L'Istituto di prospettiva tecnologica (IPTS), del Centro comune di ricerca della Commissione, ha pubblicato una relazione intitolata "Prospettive dell'energia dalle biomasse nell'Unione europea". La relazione, preparata da "Agence de l'Environnement et de la Maitrise de l'Ener...
L'Istituto di prospettiva tecnologica (IPTS), del Centro comune di ricerca della Commissione, ha pubblicato una relazione intitolata "Prospettive dell'energia dalle biomasse nell'Unione europea". La relazione, preparata da "Agence de l'Environnement et de la Maitrise de l'Energie" (ADEME - Francia) su specifica richiesta dell'IPTS, intende fornire una base per la discussione in merito alle future prospettive in questo settore.

Lo studio offre un'esauriente visione d'insieme del settore dell'energia dalle biomasse nell'ambito dell'UE, evidenziando le opportunità e i limiti da affrontare e i possibili sviluppi per il futuro. Attualmente la biomassa fornisce il 3,5% dell'energia consumata nei 15 paesi dell'UE interessati dallo studio, pari a 50 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (TEP), il 90% delle quali provenienti da risorse forestali.

Lo studio conclude che, considerate le misure in vigore attualmente, l'energia dalla biomassa rappresenta in prospettiva un modesto contributo alla domanda totale di energie primarie dell'UE all'inizio del prossimo secolo. Tuttavia, l'energia dalla biomassa potrebbe penetrare in misura maggiore nei mercati futuri dell'energia qualora iniziative nuove e più mirate venissero sostenute da azioni complementari di natura politica, economica e sociale. In tale contesto, si dovrebbero prevedere misure di sostegno nei settori seguenti: approvvigionamento energetico, Politica agricola comune, politica ambientale e azioni in favore dell'occupazione e dello sviluppo economico.


Fonte: Commissione europea, DG XIII