Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Costruire un'Europa sostenibile - Comunicazione della Commissione su ambiente e occupazione

La Commissione europea ha adottato una comunicazione sull'ambiente e l'occupazione, intitolata "Costruire un'Europa sostenibile". Presentata insieme dai Commissari Ritt Bjerregaard (Ambiente) e Padraig Flynn (Occupazione e affari sociali), la comunicazione spiega come la prote...
La Commissione europea ha adottato una comunicazione sull'ambiente e l'occupazione, intitolata "Costruire un'Europa sostenibile". Presentata insieme dai Commissari Ritt Bjerregaard (Ambiente) e Padraig Flynn (Occupazione e affari sociali), la comunicazione spiega come la protezione dell'ambiente possa contribuire a creare posti di lavoro, come si possa fare in modo che le politiche dell'occupazione e dell'ambiente si rafforzino reciprocamente e come questi due settori d'interesse generale possano essere integrati nel quadro più ampio della politica generale dell'Unione europea (UE).

La comunicazione annuncia un programma concreto per la costruzione di un'Europa sostenibile, attraverso un certo numero di misure volte a realizzare un'economia competitiva riducendo il degrado ambientale, lo sfruttamento più efficace delle risorse energetiche e delle materie prime e l'aumento dei tassi di occupazione. Nel commentare il testo adottato il commissario Bjerregaard ha affermato: "Risulta ora chiaro che l'ambiente e l'occupazione sono reciprocamente compatibili e che otterremo risultati migliori se i due campi d'azione tenderanno ad accordarsi meglio".

Facendo riferimento alla relazione 1997 sull'occupazione in Europa il Commissario ha evidenziato che, in Europa, già oltre 3,5 milioni di persone hanno un posto di lavoro legato all'ambiente. Ha inoltre fornito alcuni esempi concreti delle nuove possibilità offerte: "Un maggior ricorso alle energie di fonti rinnovabili permetterebbe di creare mezzo milione di posti di lavoro entro il 2010; investendo nel risanamento delle abitazioni e nei trasporti pubblici, nelle aree urbane potrebbero essere creati migliaia di posti di lavoro migliorando allo stesso tempo la qualità della vita e dell'ambiente."

La comunicazione suggerisce diversi campi d'azione che rientrano in cinque settori: industria, trasporto, energia, agricoltura e abitudini di consumo. Tra questi risaltano cinque azioni chiave:

- evidenziare le pratiche migliori relative all'occupazione ed all'ambiente e promuovere i successi che possono servire da esempio;

- promuovere la valutazione e lo sviluppo delle tecnologie ed ampliare la portata degli esercizi di valutazione disponibili in modo da includervi l'esame degli effetti sull'occupazione e una valutazione dettagliata dell'uso delle risorse energetiche e delle materie prime;

- continuare ed intensificare gli sforzi volti a far sì che i fondi e strumenti comunitari servano a supportare in maniera integrata l'occupazione e lo sviluppo sostenibile, facendo particolare attenzione al risanamento urbano ed allo sviluppo rurale;

- continuare la progressiva ristrutturazione dei sistemi fiscali, riducendo da un lato i costi del lavoro indiretti ed incorporando, d'altro lato, i costi ambientali ed i costi delle risorse nei prezzi di mercato dei beni e dei servizi;

- promuovere l'istruzione e la formazione a sostegno dell'attuazione di nuove tecnologie e di metodi di lavoro che rispettino l'ambiente.

La comunicazione mette in rilievo la rapida crescita della domanda esterna di attrezzature e servizi che rispettino l'ambiente. Se, nel 1994, il mercato europeo valeva all'incirca 90 miliardi di ECU, a livello mondiale si ritiene ammonti oggi a 280 miliardi circa di $ USA e che debba raggiungere 640 miliardi di $ USA nel 2010, con un tasso annuo di crescita dell'8% circa. Nel commentare la comunicazione il commissario Flynn ha affermato: "Più rapidamente si passerà all'uso di tecnologie nuove e non inquinanti, più in fretta l'Europa godrà di un ambiente sostenibile con più posti di lavoro."


Fonte: Commissione europea, servizio del portavoce