Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Decimo anniversario del programma ERASMUS

Il 3 dicembre 1997, il programma comunitario ERASMUS per la cooperazione europea nel settore dell'istruzione superiore ha festeggiato il decimo anniversario. Lanciato nel 1987, ERASMUS ha consentito a circa 500.000 studenti e a decine di migliaia di docenti di trascorrere dei ...
Il 3 dicembre 1997, il programma comunitario ERASMUS per la cooperazione europea nel settore dell'istruzione superiore ha festeggiato il decimo anniversario. Lanciato nel 1987, ERASMUS ha consentito a circa 500.000 studenti e a decine di migliaia di docenti di trascorrere dei periodi di tempo in un altro paese europeo. Ha inoltre permesso lo sviluppo di piani di studio e programmi congiunti.

Passando dai 3.000 scambi di studenti nel 1987 ai 180.000 nel 1997, ERASMUS è ora divenuto il principale promotore della "europeizzazione" nell'istruzione superiore. Oltre a incoraggiare la mobilità degli studenti e del personale didattico, ERASMUS ha sostenuto l'organizzazione di corsi di studio intensivi e sviluppato il sistema ECTS (European Credit Transfer System), teso a garantire il riconoscimento accademico degli studi intrapresi all'estero. Il programma sostiene anche una trentina di "reti tematiche" interuniversitarie miranti allo sviluppo della dimensione europea degli argomenti in questione.

ERASMUS fa ora parte del programma SOCRATES che riguarda la cooperazione europea in tutti gli aspetti dell'istruzione. Tuttavia, la sua notorietà è rimasta invariata e circa 1.500 università e istituti di istruzione superiore hanno partecipato all'attività nell'anno accademico 1997/1998. Rispetto ai dodici paesi del 1987, ERASMUS ora è aperto a 18 paesi. A partire dal prossimo anno, potranno partecipare anche Ungheria, Romania, Repubblica ceca e Cipro, mentre negli anni a seguire il programma sarà aperto ad altri paesi dell'Europa centrale e orientale.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce

Informazioni correlate