Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Aumento di bilancio per il programma SOCRATES

A seguito di un accordo raggiunto dal Consiglio e dal Parlamento europeo in sede di comitato di conciliazione del 10 dicembre 1997, per i due anni di esecuzione rimasti (1998-1999) il programma d'azione comunitario nel settore dell'istruzione SOCRATES riceverà un finanziamento...
A seguito di un accordo raggiunto dal Consiglio e dal Parlamento europeo in sede di comitato di conciliazione del 10 dicembre 1997, per i due anni di esecuzione rimasti (1998-1999) il programma d'azione comunitario nel settore dell'istruzione SOCRATES riceverà un finanziamento straordinario di 70 milioni di ECU.

"Il settore istruzione e formazione dovrà ricevere un'attenzione prioritaria in quanto strumento chiave per l'avvenire dell'Unione", ha dichiarato la Sig.ra Edith Cresson, Commissario responsabile della ricerca, innovazione, istruzione e gioventù, nel corso di una conferenza stampa successiva alla riunione del comitato. "La conferma di questo finanziamento straordinario darà un segnale importante riguardo alla volontà dell'UE di essere più vicina ai propri cittadini", ha continuato, affermando inoltre che "è un vero regalo di Natale per tutte le scuole e le università e per gli studenti, scolari e professori che si sono impegnati così strenuamente per rafforzare la dimensione europea dei sistemi d'istruzione dei 18 paesi che prendono parte al programma".

Agli inizi del 1998, l'assegnazione del finanziamento straordinario sarà oggetto di consultazioni circostanziate con gli Stati membri. In questa fase, a parere della Commissione, è di cruciale importanza una maggiore disponibilità finanziaria per gli aspetti seguenti:

- borse ERASMUS per periodi di studio all'estero;
- sostegno alle scuole che prendono parte al partenariato europeo nel quadro del capitolo COMENIUS del programma;
- creazione di un'autentica reciprocità di scambi con i paesi dell'Europa centrale e orientale che, insieme a Cipro, stanno entrando a far parte del programma.


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce

Informazioni correlate

Programmi