Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Inaugurazione del nuovo centro europeo per la terapia del tumore al cervello

Il 29 gennaio 1998, il Commissario europeo, Edith Cresson, ha inaugurato la prima struttura europea di radioterapia per il trattamento del glioblastoma, una forma molto aggressiva di tumore al cervello.

Il centro, sito a Petten (Paesi Bassi) presso il Centro comune di ricerca...
Il 29 gennaio 1998, il Commissario europeo, Edith Cresson, ha inaugurato la prima struttura europea di radioterapia per il trattamento del glioblastoma, una forma molto aggressiva di tumore al cervello.

Il centro, sito a Petten (Paesi Bassi) presso il Centro comune di ricerca (CCR) della Commissione europea, nell'ottobre 1997, ha avviato i primi test clinici di radioterapia con assorbimento di neutroni tramite boro (Boron Neutron Capture Therapy - BNCT). Fino ad ora sono stati sottoposti al trattamento cinque pazienti. Questa forma innovativa di radioterapia è il risultato della ricerca cooperativa decennale tra gli istituti di ricerca e gli ospedali europei, sostenuta dal programma specifico di RST comunitario nel campo della biomedicina e della sanità (BIOMED) e dal Centro comune di ricerca della Commissione.

Il principio di questo trattamento è distruggere in modo più selettivo le cellule cancerogene, limitando il danno al tessuto sano intorno ad esse. Si spera che il trattamento, ancora ad uno stadio di sperimentazione clinica, offrirà un'arma efficace contro questa particolare forma aggressiva di tumore al cervello che, ogni anno, colpisce circa 15.000 di europei.

La medicina è il primo esempio di collaborazione europea, per fatto che non solo raccoglie le conoscenze e le esperienze, ma rende anche disponibili le migliori pratiche cliniche. Commentando l'importanza del lavoro eseguito nella sede di Petten, il Commissario Cresson ha asserito: "riunendo nello stesso luogo, a Petten, scienziati europei di spicco per lavorare insieme ci ha consentito di raggiungere la massa critica' necessaria per questa importante realizzazione, che rimette l'Europa in prima linea nella lotta contro il cancro".


Fonte: Commissione europea, Servizio del portavoce

Informazioni correlate