Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuovo direttore generale per il CCR

Dal 15 febbraio 1998, il Sig. Herbert J. Allgeier è stato nominato direttore generale del Centro comune di ricerca (CCR) della Commissione europea. Il nuovo direttore ha una notevole esperienza in vari settori delle politiche comunitarie, nonché nell'industria, che gli consent...
Dal 15 febbraio 1998, il Sig. Herbert J. Allgeier è stato nominato direttore generale del Centro comune di ricerca (CCR) della Commissione europea. Il nuovo direttore ha una notevole esperienza in vari settori delle politiche comunitarie, nonché nell'industria, che gli consente di dirigere il CCR in questa fase cruciale del proprio sviluppo.

Dopo aver conseguito la laurea in ingegneria meccanica, presso il Politecnico di Monaco di Baviera, ha trascorso i primi anni della carriera nell'industria prima di entrare a far parte dell'Euratom. Nel 1976 è entrato nell'organico della Direzione generale Affari scientifici, ricerca e sviluppo della Commissione, a Bruxelles, in qualità di assistente del direttore generale. In seguito, agli inizi degli anni '80, quale assistente dell'allora direttore generale ha gestito la riorganizzazione del CCR prima di entrare a far parte, dal 1985 al 1987, del gabinetto di Karl-Heinz Narjes, Commissario responsabile della ricerca. Nominato direttore nel 1987, ha gestito programmi intesi a stimolare la collaborazione nel settore della ricerca e della mobilità dei ricercatori e, quindi, in quello della ricerca energetica.

Nel 1994 è divenuto direttore dell'Istituto di prospettiva tecnologica soprintendendone al trasferimento a Siviglia e ridefinendone il ruolo strategico di informatore tecnologico a sostegno delle politiche comunitarie. Più di recente, è stato direttore del programma nel settore delle tecnologie e dei servizi di telecomunicazione avanzati (ACTS) con l'incarico, inoltre, di curare la Task Force nel settore aeronautico e il gruppo di coordinamento spaziale, con referenti diretti i Commissari Edith Cresson, Martin Bangemann e Neil Kinnock.


Fonte: Commissione europea, Centro comune di ricerca

Informazioni correlate