Skip to main content

Localisation of Threat Substances in Urban Society

Article Category

Article available in the folowing languages:

Disinnescare i complotti terroristici

La minaccia di attacchi terroristici tramite esplosivi artigianali (EA) richiede un approccio innovativo che consenta un rilevamento precoce di tali dispositivi. Un progetto finanziato dall'UE sta affrontando questo importante problema per creare un sistema che consenta di rilevare la produzione illecita di esplosivi e droghe in fase di preparazione e produzione.

Economia digitale

La capacità di rilevare la produzione di esplosivi offre ovvi vantaggi rispetto al rilevamento in fasi successive di un complotto terroristico. Le principali attività del progetto LOTUS ("Localization of threat substances in urban society") riguardavano la misurazione della dispersione dei precursori in fase di produzione e lo sviluppo del sistema di sorveglianza. La capacità del sistema verrà dimostrata adattando i sensori esistenti ed emergenti per il rilevamento di precursori selezionati e integrando i sensori in un sistema in rete. Utilizzando le infrastrutture globali esistenti per posizionamento (GPS) e networking (GSM), il sistema LOTUS si può usare praticamente in qualsiasi posto al mondo con costi ridotti per il supporto di installazioni e personale. I membri di LOTUS hanno fondato il concetto del progetto sul rilevamento dei precursori in un'ampia area urbana. I rilevatori che campionano continuamente l'aria sono abbastanza piccoli da poter essere inseriti in veicoli della polizia e di altre autorità di contrasto o in posizioni fisse senza essere visibili. Quando viene rilevata una sostanza sospetta in quantità elevate, le informazioni su tipo, posizione, quantità e tempo vengono registrate e inviate al centro di raccolta e valutazione dati per le analisi. Diverse indicazioni nella stessa area fanno partire un allarme che consente alle agenzie di contrasto di indagare ulteriormente e reagire. La capacità del sistema LOTUS è stata dimostrata nel novembre del 2011 presso l'Accademia di polizia a Ossendrecht, nei Paesi Bassi. I sensori integrati in box sul tetto standard si possono usare per rilevare i precursori alla produzione di EA. I partner del progetto sono riusciti a integrare i sensori in un sistema in rete. Pertanto LOTUS ha contribuito alle conoscenze sulla produzione di sostanze dannose e sulla relativa dispersione. Ha prodotto quattro moduli di rilevamento in rete, un'unità di visualizzazione del centro operativo e ha testato, verificato e dimostrato il concetto alle parti interessate e agli utenti finali in Europa. Gli sviluppi consentiranno di proteggere i cittadini e di sventare attacchi terroristici.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione