Skip to main content

GNSS Reconfigurable Antenna Based Enhanced Localization

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una navigazione satellitare più solida

Alcuni ricercatori hanno sviluppato un prototipo di ricevitore satellitare di navigazione che utilizza tecniche di formazione del fascio. Queste tecnologie, utilizzate in precedenza esclusivamente per le attrezzature militari, consentono di potenziare l'affidabilità dei sistemi aprendo la strada a nuove applicazioni commerciali.

Economia digitale

Gli attuali ricevitori basati sul Sistema globale di navigazione satellitare (GNSS) garantiscono una navigazione caratterizzata da livelli di precisione dell'ordine di pochi metri in condizioni ideali, vale a dire in ambienti esterni e soleggiati. Al contrario, fattori quali condizioni atmosferiche avverse, rumori, perturbazioni radioelettriche o edifici di grandi dimensioni disturbano il segnale specialmente in ambienti urbani e interni. L'aumento e la diversificazione continui della comunità di utenti dei servizi GNSS hanno spinto un numero sempre crescente di settori a ricorrere all'impiego di tecnologie di localizzazione. Nell'ambito del progetto 'GNSS reconfigurable antenna based enhanced localization' (GRABEL), è stato creato e ottimizzato un ricevitore GNSS allo scopo di offrire il servizio di localizzazione richiesto più rapido, affidabile e accurato mediante la concezione di applicazioni sempre più sofisticate. Per garantire un potenziamento della ricezione del segnale, il sistema GRABEL combina una serie di antenne riconfigurabili con tecniche di formazione del fascio impiegate nei ricevitori GNSS militari al fine di bloccare interferenze intenzionali. Il gruppo di ricerca è stato in grado di produrre e di testare con risultati positivi un prototipo formato da varie serie di antenne (triangolari, quadrate ed esagonali), combinandole con algoritmi di formazione del fascio in banda base. Il principale vantaggio offerto da questa configurazione consiste in un filtraggio spaziale decisamente potenziato e in grado, di conseguenza, di ridurre l'effetto degli altri segnali e delle interferenze. Queste tecniche innovative consentono ai ricevitori di gestire I propri limiti teorici in termini di prestazioni e di raggiungere livelli operativi enormemente più elevati. Saranno necessari ulteriori sviluppi finalizzati all'adattamento della tecnologia ai principali prodotti di consumo. Al momento, però, le attrezzature si rivelano costose e ingombranti. Ciononostante, l'iniziativa GRABEL ha spianato la strada a una nuova generazione di soluzioni di localizzazione a elevate prestazioni, specialmente quelle impiegate dai servizi di emergenza come le ambulanze o le squadre di soccorso.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione