Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un sistema modulare di trasporto per l’acqua

Grazie a un nuovo sistema innovativo di trasporto per l’acqua, i paesi del Mediterraneo che stanno patendo delle carenze idriche potrebbero essere riforniti con acqua dolce spendendo una frazione dei costi attuali.
Un sistema modulare di trasporto per l’acqua
Urbanizzazione, irrigazione e precipitazioni variabili hanno lasciato l’area del Mediterraneo a corto di acqua dolce. In particolare, paesi come la Grecia stanno incontrando delle difficoltà a gestire la massiccia domanda stagionale di acqua creata da milioni di turisti nei secchi mesi estivi.

L’iniziativa XXL-REFRESH (Bringing a modular technology for fresh water sea-transportation to full scale), finanziata dall’UE, ha sviluppato un modo innovativo e conveniente di trasportare grandi quantità di acqua dolce dalle aree ricche d’acqua a quelle povere via mare usando delle flessibili chiatte modulari.

Per fare questo, i ricercatori hanno migliorato la progettazione delle “waterbag”, dei flessibili contenitori plastici sviluppati durante un precedente progetto finanziato dall’UE. I loro obiettivi principali erano quelli di ingrandire il concetto originale portandolo a dimensioni commerciali e di ridurre la resistenza creata quando le waterbag vengono tirate da un rimorchiatore.

La loro nuova progettazione introduce due modifiche chiave alle waterbag. Essi hanno usato dei contenitori aperti modulari in materiale tessile uniti mediante cerniere molto forti e a tenuta stagna, e un sistema di monitoraggio online per controllare le deformazioni del contenitore durante il trasporto via mare.

La cerniera rende facile personalizzare le dimensioni della waterbag semplicemente aggiungendo o rimuovendo dei singoli segmenti. Sensori a fibra ottica connessi al tessuto dei serbatoi controllano sforzo e deformazione, consentendo al capitano di adattare la velocità del rimorchiatore in modo da evitare il cedimento delle cerniere.

Per verificare se la loro nuova progettazione funziona su una scala commerciale, XXL-REFRESH ha trasportato 2 000 metri cubi di acqua via mare in un prototipo lungo 60 metri. Avendo scoperto che la waterbag funzionava come previsto, i ricercatori hanno confrontato le sue prestazioni tecnico-economiche rispetto a dei metodi alternativi usati per il trasporto dell’acqua.

La loro valutazione suggerisce che le waterbag di XXL-REFRESH possono fornire lo stesso servizio delle autocisterne e delle condutture attualmente usate, con un costo inferiore e un impatto ambientale più basso. A differenza di autocisterne e condutture, le waterbag possono essere staccate e riposte appiattite.

XXL-REFRESH aiuterà le comunità di piccole e medie dimensioni a garantire una fornitura regolare di acqua, in particolare durante i periodi di elevata domanda. Questa tecnologia può essere anche usata per fornire acqua nell’ambito di un intervento di emergenza in caso di siccità o di altri disastri naturali.

Informazioni correlate

Keywords

Trasporto acqua, Mediterraneo, acqua dolce, XXL-REFRESH, waterbag